Assopopolari: accordo con la Malawi Union Co-operatives

(AGI) - Roma, 30 giu. - Nuove adesioni di importanti realta'internazionali della cooperazione bancaria continuano apervenire all'Associazione fra le Banche Popolari. In ordinecronologico l'ultimo che si segnala e' l'accordo con la MalawiUnion of Savings and Credit Co-operatives. L'organizzazione,istituita in Malawi nel 1980, rappresenta oggi 46 banchepopolari e cooperative che operano sul territorio con oltre100.000 soci e una quota di mercato del 60% nel settore dellamicrofinanza, per una raccolta complessiva di 5,5 miliardi dimalawi kwacha (11 milioni di euro) e impieghi totali pari a 5miliardi di malawi kwacha (10 milioni di

(AGI) - Roma, 30 giu. - Nuove adesioni di importanti realta'internazionali della cooperazione bancaria continuano apervenire all'Associazione fra le Banche Popolari. In ordinecronologico l'ultimo che si segnala e' l'accordo con la MalawiUnion of Savings and Credit Co-operatives. L'organizzazione,istituita in Malawi nel 1980, rappresenta oggi 46 banchepopolari e cooperative che operano sul territorio con oltre100.000 soci e una quota di mercato del 60% nel settore dellamicrofinanza, per una raccolta complessiva di 5,5 miliardi dimalawi kwacha (11 milioni di euro) e impieghi totali pari a 5miliardi di malawi kwacha (10 milioni di euro). Questa delMalawi e' una realta' strutturata, da sempre in prima linea nelrafforzamento dell'economia reale e nel sostegno tecnico allebanche associate, per raggiungere quelle economie di scala equell'efficienza operativa necessarie per essere competitive edavere successo nei mercati. "Nuovi accordi, contatti, collaborazioni continuano adiffondersi a tutti i livelli nell'ambito del movimentomondiale della cooperazione - ha dichiarato il SegretarioGenerale di Assopopolari Giuseppe De Lucia Lumeno - ladimostrazione di prossimita', solidarieta' e condivisione checi raggiunge da realta' diversissime ma fortemente accomunatedai valori e dai principi cooperativi ci permettono di guardareal futuro con rinnovata energia per rispondere sempre piu'efficacemente alle attese delle famiglie e delle piccole emedie imprese". (AGI)Red/Ccc

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it