Antitrust: pubblicità occulta vietata sempre, pure sui social

Antitrust: pubblicità occulta vietata sempre, pure sui social

Intervento dell'Antitrust sul fenomeno dell'influencer marketing nei social media. L'Autorita' ha evidenziato come il divieto di pubblicità occulta abbia portata generale e debba, dunque, essere applicato anche con riferimento alle comunicazioni diffuse tramite i social network, non potendo gli influencer lasciar credere di agire in modo spontaneo e disinteressato se, in realtà, stanno promuovendo un brand. In una nota, l'Antitrust ricorda che "tale fenomeno è, infatti, sempre più diffuso e rappresenta una modalità consolidata di comunicazione, consistente nella diffusione su blog, vlog e social network (come Facebook, Instagram, Twitter, Youtube, Snapchat, Myspace) di foto, video e commenti da parte di blogger e influencer che mostrano sostegno o approvazione (endorsement) per determinati brand, generando un effetto pubblicitario", che "può dar luogo a forme di pubblicità occulta".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it