Bocciato il piano per salvare Alitalia

Sui 10.101 votanti, i contrari sono 6.816, solo 3.206 i sì. Ha votato l'87% dei 12.500 dipendenti della compagnia

Bocciato il piano per salvare Alitalia
 Alitalia, personale viaggiante, hostess, referendum (afp)

I lavoratori Alitalia dicono no al piano: sono 6.816 i voti contrari all'accordo sul piano industriale contro 3.206 favorevoli su un totale di 10.101 votanti.

Era cominciato con il "No" in vantaggio lo spoglio del referendum sul piano Alitalia. a Linate 696 contrari e 153 favorevoli, mentre a Malpensa i contrari sono stati 278 e i favorevoli 39. A Fiumicino, dove gli aventi diritto al voto erano 4.400, mostrano una netta prevalenza dei contrari: 700 contro solo 100 favorevoli.
In entrambi i casi si tratta in larghissima maggioranza di pesonale navigante. In tutto, gli aventi diritto al voto sono 12.500 e i votanti sono stati l'87%.

Vertice a palazzo Chigi

E, in attesa dei risultati dello spoglio, a Palazzo Chigi si è già tenuta la prima riunione del premier con Graziano Delrio (ministro delle Infrastrutture), Carlo Calenda (Sviluppo economico) e Giuliano Poletti (Lavoro).

Bocciato il piano per salvare Alitalia
 Infografica nuovo accordo Alitalia

Che succede se vince il Sì

Gli azionisti si sono impegnati a ricapitalizzare la società, ormai a corto di liquidità. I passi successivi saranno la riunione del Cda che dovrà varare la manovra da due miliardi e la ratifica dell'accordo in sede ministeriale tra azienda e sindacati, già convocato per giovedì 27 aprile. 

Che succede se vince il No

In caso di vittoria dei No si aprirebbe invece la strada per la messa in liquidazione dell'ex compagnia di bandiera, con la nomina di un commissario straordinario.

Leggi anche:

L'accordo di Alitalia in tre punti

Ecco come Alitalia è diventata un pozzo senza fondo