Alitalia pronta ad assumere 310 dipendenti

(AGI) - Roma, 4 giu. - L'Alitalia assumera' entro la finedell'anno 310 dipendenti a tempo indeterminato. E' quantoprevede, secondo quanto apprende l'Agi da fonti sindacali,l'accordo raggiunto stamane tra l'azienda e i rappresentantidei lavoratori al termine di una lunga trattativa sulle misurein grado di rendere piu' efficiente l'aviolinea. I nuovicontratti interessano i settori della manutenzione (140 tuttiper gli ex dipendenti in mobilita') e 170 il personale di terra('ground' come viene indicato in gergo aeronautico). Di questi170 lavoratori, 115 sono stagionali che verranno stabilizzatimentre gli altri 55 sono ex dipendenti attualmente in

(AGI) - Roma, 4 giu. - L'Alitalia assumera' entro la finedell'anno 310 dipendenti a tempo indeterminato. E' quantoprevede, secondo quanto apprende l'Agi da fonti sindacali,l'accordo raggiunto stamane tra l'azienda e i rappresentantidei lavoratori al termine di una lunga trattativa sulle misurein grado di rendere piu' efficiente l'aviolinea. I nuovicontratti interessano i settori della manutenzione (140 tuttiper gli ex dipendenti in mobilita') e 170 il personale di terra('ground' come viene indicato in gergo aeronautico). Di questi170 lavoratori, 115 sono stagionali che verranno stabilizzatimentre gli altri 55 sono ex dipendenti attualmente inmobilita'. La buona notizia arriva a poche ore dalla visitadel premier: stamane alle 10 il presidente del Consiglio,Matteo Renzi, andra' infatti all'aeroporto di Fiumicino perintervenire alla presentazione del nuovo marchio Alitalia. Sempre in tema di occupazione, e' poi da ricordare che, perquanto riguarda il personale navigante, altre fonti sindacalisostengono che ci saranno una trentina di assunzioni: 15 pilotie altrettanti assistenti di volo che, come previstodall'accordo tra azienda e sindacai dello scorso 7 maggio,saranno destinati al rafforzamento Cityliner (il vettoreregionali del gruppo). "Questo e' il primo passo importantefatto dalla nuova Alitalia in termini di occupazione, il primosegno tangibile verso la ripartenza di un'azienda che in tantici aspettavamo e speravamo". Cosi' commenta EmilianoFiorentino, Coordinatore nazionale della Fit-Cisl per ilTrasporto aereo, a conclusione del lungo incontro tra Alitaliae le organizzazioni sindacali Filt-Cgil; Fit-Cisl; UilTrasportie Ugl Trasporto Aereo. "Il percorso che abbiamo davanti e'ancora lungo - prosegue Fiorentino - , ma possiamo iniziare aguardare il brutto momento passato alla fine dello scorso annocon altri occhi. Probabilmente il prezzo pagato non e' statol'ennesimo sacrificio a vuoto dei lavoratori ma le fondamentasu cui ripartire". Il Coordinatore nazionale ha poisottolineato che: "ora ci aspettiamo che le altre aziende, chea luglio 2014 direttamente o indirettamente hanno preso unimpegno in termini di occupazione davanti al Governo e alleistituzioni, onorino quanto sottoscritto". (AGI)"Abbiamo avuto delle discussioni l'anno scorso e momenti ancheduri ma credo che adesso inizi davvero il futuro. e quindigrazie a Ethiad per la decisione di credere nel futurodell'Italia e di Alitalia". Lo ha detto il presidente delConsiglio, Matteo Renzi, al ceo di Ethiad, James Hogan, duranteil suo intervento alla presentazione della nuova livrea diAlitalia. "Se c'e' una storia in cui l'Italia ha dato il megliodi se' per tanti motivi ma anche il peggio di se' come visionee strategia, per colpa di larga parte della politica, e'proprio Alitalia". Lo ha detto il presidente del Consiglio,Matteo Renzi, alla presentazione della nuova livrea dellacompagnia. "Negli Anni '70 - ha aggiunto - era probabilmente l'aziendanumero uno al mondo, eppure in questi anni abbiamo perso delleopportunita'. Oggi per la prima volta il progetto guarda inmodo non episodico, non strumentale, alla piu' grandeopportunita': quella di essere noi stessi".