Alitalia: Del Torchio, spero che Cgil firmi accordo necessario

(AGI) - Roma - "Sono fiducioso che anche chi non haancora sciolto la riserva possa arrivare alla sottoscrizione diquesto accordo, doloroso  [...]

Alitalia: Del Torchio, spero che Cgil firmi accordo necessario
(AGI) - Roma, 13 lug. - "Sono fiducioso che anche chi non haancora sciolto la riserva possa arrivare alla sottoscrizione diquesto accordo, doloroso ma necessario per ridare sviluppo eprospettiva all'intero settore". E' l'auspicio dell'ad diAlitalia Gabriele Del Torchio riferendosi alla Cgil che hachiesto del tempo per decidere se sottoscrivere o menol'accordo siglato ieri. Del Torchio ringrazia cosi' Cisl, Uil, Ugl, Anpac, Anpav eAvia e anche il Governo per il risultato ottenuto. "L'accordo firmato la scorsa notte con le OrganizzazioniSindacali e' un altro passo decisivo di questa Road Map che miauguro a breve ci portera' alla definizione dell'alleanzastrategica con Etihad Airways" afferma Del Torchio proseguendo:"Voglio quindi ringraziare i Sindacati CISL, UIL, UGL e leAssociazioni Professionali ANPAC, ANPAV e AVIA che ieri serahanno capito l'urgenza e la necessita' di trovare un accordo,assumendosi la responsabilita' di una scelta che assicuri unfuturo di sviluppo ad Alitalia e la garanzia del posto dilavoro a piu' di 11 mila persone della Compagnia, a cui siaggiungono tutti i lavoratori dell'indotto". Quindi il manager precisa che "il mio ringraziamento vaanche al Governo, al Ministro Lupi e al Ministro Poletti che,dall'inizio di questa avventura, ci sostengono e ci affiancanonel loro ruolo di mediatori; un ringraziamento anche aidirigenti del Ministero dei Trasporti e del Lavoro che inquesti giorni hanno lavorato al nostro fianco con grandeimpegno. L'ingresso di Etihad nel capitale di Alitaliasosterra' la nascita di un nuovo vettore italiano moltocompetitivo, con una forte proiezione verso l'estero ecaratterizzato da un grande progetto industriale e daun'offerta di altissima qualita'. Tutto questo - conclude -favorira' lo sviluppo della Compagnia, del trasporto aereonazionale e, soprattutto, dell'intero sistema turistico eproduttivo del nostro Paese." (AGI).