Vaccini: addio morbillo e rosolia, ecco il nuovo Piano

(AGI) - Roma, 16 ott. - Eliminare del tutto morbillo e rosolia,rimanere "polio-free", aumentare la cultura delle vaccinazioninei cittadini ma anche nei professionisti sanitari, ridurre ledisuguaglianze. Sono alcuni degli obiettivi contenuti nel nuovoPiano nazionale di prevenzione vaccinale 2016-2018, al vagliodi ministero della Salute e Regioni. Sono 11 i punti prioritaridel piano. Eccoli:1. Mantenere lo stato polio-free2. Raggiungere lo stato morbillo-free e rosolia-free3. Garantire l'offerta attiva e gratuita delle vaccinazioninelle fasce d'eta' e popolazioni a rischio indicate ancheattraverso forme di revisione e di miglioramento dell'efficienza dell'approvvigionamento e della logistica del

(AGI) - Roma, 16 ott. - Eliminare del tutto morbillo e rosolia,rimanere "polio-free", aumentare la cultura delle vaccinazioninei cittadini ma anche nei professionisti sanitari, ridurre ledisuguaglianze. Sono alcuni degli obiettivi contenuti nel nuovoPiano nazionale di prevenzione vaccinale 2016-2018, al vagliodi ministero della Salute e Regioni. Sono 11 i punti prioritaridel piano. Eccoli:1. Mantenere lo stato polio-free2. Raggiungere lo stato morbillo-free e rosolia-free3. Garantire l'offerta attiva e gratuita delle vaccinazioninelle fasce d'eta' e popolazioni a rischio indicate ancheattraverso forme di revisione e di miglioramento dell'efficienza dell'approvvigionamento e della logistica delsistema vaccinale aventi come obiettivo il raggiungimento e ilmantenimento delle coperture descritte piu' oltre4. Aumentare l'adesione consapevole alle vaccinazioni nellapopolazione generale anche attraverso la conduzione di campagnedi vaccinazione per il consolidamento della coperturavaccinale. - 5. Contrastare le disuguaglianze, promuovendointerventi vaccinali nei gruppi di popolazionimarginalizzati o particolarmente vulnerabili6. Completare l'informatizzazione delle anagrafi vaccinali interoperabili a livello regionale e nazionale tra di loro econ altre basi di dati (malattie infettive, eventi avversi,residente/assistiti)7. Migliorare la sorveglianza delle malattie prevenibili con vaccinazione 8. Promuovere, nella popolazione generale e nei professionisti sanitari, una cultura delle vaccinazioni coerente con iprincipi guida del presente Piano, descritti come "10 punti peril futuro delle vaccinazioni in Italia"9. Sostenere, a tutti i livelli, il senso di responsabilita'degli operatori sanitari, dipendenti e convenzionati con ilSSN, e la piena adesione alle finalita' di tutela della salutecollettiva che si realizzano attraverso i programmi vaccinali,prevedendo adeguati interventi sanzionatori qualora siaidentificato un comportamento di inadempienza10. Attivare un percorso di revisione e standardizzazione deicriteri per l'individuazione del nesso di causalita' ai finidel riconoscimento dell'indennizzo, ai sensi della legge210/1992, per i danneggiati da vaccinazione, coinvolgendo lealtre istituzioni competenti (Ministero della Difesa)11. Favorire, attraverso una collaborazione tra le Istituzioni Nazionali e le Societa' Scientifiche, la ricerca el'informazione scientifica indipendente sui vaccini. (AGI)