Lavoro: le novita' del ddl delega licenziato da Camera

(AGI) - Roma, 25 nov. - Il testo del ddl delega su lavoro eammortizzatori sociali, approvato oggi dall'Aula diMontecitorio, presenta diverse modifiche rispetto a quellolicenziato dal Senato. La principale riguarda l'interventosull'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. - REINTEGRO SOLO PER ALCUNE FATTISPECIE DI LICENZIAMENTIDISCIPLINARI. Per i licenziamenti economici senza giusta causaviene cancellato del tutto il reintegro sul posto di lavoro,che rimane esclusivamente per i licenziamenti discriminatori eper alcune fattispecie di licenziamenti disciplinari, daindividuarsi nei decreti delegati. Per i licenziamentieconomici e per i disciplinari che non rientreranno nellefattispecie e' previsto

(AGI) - Roma, 25 nov. - Il testo del ddl delega su lavoro eammortizzatori sociali, approvato oggi dall'Aula diMontecitorio, presenta diverse modifiche rispetto a quellolicenziato dal Senato. La principale riguarda l'interventosull'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. - REINTEGRO SOLO PER ALCUNE FATTISPECIE DI LICENZIAMENTIDISCIPLINARI. Per i licenziamenti economici senza giusta causaviene cancellato del tutto il reintegro sul posto di lavoro,che rimane esclusivamente per i licenziamenti discriminatori eper alcune fattispecie di licenziamenti disciplinari, daindividuarsi nei decreti delegati. Per i licenziamentieconomici e per i disciplinari che non rientreranno nellefattispecie e' previsto un indennizzo economico crescente alcrescere dell'anzianita'. - PALETTI SUI CONTROLLI A DISTANZA E CIG. Una secondanovita' rispetto al testo del Senato riguarda i controlli adistanza, che vengono circoscritti agli impianti e aglistrumenti di lavoro. Cambia anche la misura che prevedeva ilvenir meno dell'erogazione della cassa integrazione guadagni incaso di cessazione dell'attivita' aziendale: nel testoapprovato dalla Camera si specifica che, perche' s'interrompala Cig, la cessazione dell'attivita' dell'impresa deve essere"definitiva", mentre nel caso in cui sussistano concreteprospettive di proseguimento o di ripresa dell'attivita'l'erogazione puo' proseguire. - TEMPI PIU' CELERI PER L'ENTRATA IN VIGORE. La leggedelega e i relativi decreti attuativi entreranno in vigore ilgiorno dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e non 15giorni dopo come di norma. - PARI OPPORTUNITA'. Il testo uscito dall'Aula diMontecitorio prevede una semplificazione e razionalizzazionedegli organismi, delle competenze e dei fondi in materia diparita' e' pari opportunita' nel lavoro e il riordino delleprocedure connesse alla promozione di azioni positive dicompetenza del ministero del Lavoro, ferme restando le funzioniin materia della Presidenza del Consiglio. (AGI).