Israele: 6 milioni al voto, la Knesset scegliera' il premier

(AGI) - Roma, 16 mar. - Martedi' quasi 6 milioni di israelianisaranno chiamati al voto per elezioni politiche in oltre 10milaseggi per scegliere tra 1.280 candidati di 25 liste. Dalle urneuscira' una nuova composizione della Knesset, il Parlamento, manon un nuovo primo ministro, la cui elezioni non e' diretta mafrutto di un complesso iter procedurale. Di seguito iprincipali passaggi. - OPERAZIONI DI VOTO: ogni cittadino maggiorenne residente inIsraele ha diritto a votare, presentando un documento diidentita' al seggio indicato. All'estero possono votarefunzionari dell'amministrazione, inclusi i soldati, edipendenti dell'Agenzia ebraica, Organizzazione

(AGI) - Roma, 16 mar. - Martedi' quasi 6 milioni di israelianisaranno chiamati al voto per elezioni politiche in oltre 10milaseggi per scegliere tra 1.280 candidati di 25 liste. Dalle urneuscira' una nuova composizione della Knesset, il Parlamento, manon un nuovo primo ministro, la cui elezioni non e' diretta mafrutto di un complesso iter procedurale. Di seguito iprincipali passaggi. - OPERAZIONI DI VOTO: ogni cittadino maggiorenne residente inIsraele ha diritto a votare, presentando un documento diidentita' al seggio indicato. All'estero possono votarefunzionari dell'amministrazione, inclusi i soldati, edipendenti dell'Agenzia ebraica, Organizzazione SionistaMondiale, Fondo Nazionale Ebraico e Keren Hayesod. Per loro,sono stati allestiti il 5 marzo seggi in 98 citta' in tutto ilmondo.- SBARRAMENTO: la soglia di accesso alla Knesset per i partitie' la piu' alta mai registrata, con il 3,25% richiesto,rispetto al 2% nel 2013. Proprio questo fattore avrebbe portatoi quattro partiti arabo-israeliani - United Arab List, Ta'al,Balad e Hadash - ad allearsi in un blocco unico. - KNESSET: i seggi vengono distribuiti in maniera proporzionaleai partiti che hanno superato lo sbarramento. I voti alleformazioni che non sono riuscite a entrare in Parlamentovengono ridistribuiti e il partito o alleanza che ha ottenutoil maggior surplus di preferenze ottiene un ulteriore seggio,fino al completamento dell'assemblea. - SCELTA DEL PREMIER: a questo punto, tutti i partiti elettiraccomandano al capo dello Stato un candidato premier. Ilpresidente sceglie il leader del partito che ha le maggioripossibilita' di formare una coalizione, cioe' quello che godedi maggiore sostegno e non per forza espressione del partitocon piu' seggi alla Knesset. Il capo di Stato puo' ancheproporre un governo di unita' nazionale, ma non puo' imporlo. - FORMAZIONE DELLA COALIZIONE DI GOVERNO: Il candidato sceltoha fino a 42 giorni per consultare i vari partiti e formare unacoalizione da sottoporre alla fiducia del Parlamento. In casonon riuscisse a ottenere il sostegno di almeno 61 parlamentari,il presidente dara' l'incarico a un altro candidato. Se anchequesto dovesse fallire, una maggioranza di deputati puo'chiedere che l'incarico venga dato a un terzo candidato che hasolo 14 giorni per presentare la squadra. In caso di ulteriorefallimento, la Knesset viene sciolta e si torna alle urne entro90 giorni. (AGI).