Iran, il 13 aprile nuovo round su nucleare

(AGI) - Roma, 28 mar. - Dopo oltre quattordici mesi di paralisie di reciproco palleggiarsi delle relative responsabilita', il13 aprile prossimo dovrebbero finalmente riprendere i colloquitra l'Iran e il cosiddetto '5+1' sul controverso programmanucleare della Repubblica Islamica: lo ha annunciato ilministro degli Esteri di quest'ultima, Ali Akbar Salehi,all'agenzia di stampa ufficiale 'Irna'. A stretto giro e' quindi arrivata la conferma da parte difonti dell'Unione Europea, la cui responsabile per la politicaestera e di sicurezza comune, lady Catherine Ashton, al tavolonegoziale rappresenta tutti i cinque membri permanenti delConsiglio di Sicurezza delle

(AGI) - Roma, 28 mar. - Dopo oltre quattordici mesi di paralisie di reciproco palleggiarsi delle relative responsabilita', il13 aprile prossimo dovrebbero finalmente riprendere i colloquitra l'Iran e il cosiddetto '5+1' sul controverso programmanucleare della Repubblica Islamica: lo ha annunciato ilministro degli Esteri di quest'ultima, Ali Akbar Salehi,all'agenzia di stampa ufficiale 'Irna'. A stretto giro e' quindi arrivata la conferma da parte difonti dell'Unione Europea, la cui responsabile per la politicaestera e di sicurezza comune, lady Catherine Ashton, al tavolonegoziale rappresenta tutti i cinque membri permanenti delConsiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, cioe' Usa, GranBretagna, Francia, Russia e Cina, piu' la Germania. A detta di Salehi, il luogo dove si terra' la nuova tornatadi trattative non e' ancora stato concordato, ma sara' resonoto "nei prossimi giorni". Per dare la notizia il capo delladiplomazia iraniana ha colto l'occasione dell'arrivo a Teheranin visita di due giorni del primo ministro turco Recep TayyipErdogan, spesosi molto negli ultimi mesi sulla questione. Proprio Ahmet Davutoglu, omologo di Salehi ad Ankara, allafine del mese scorso aveva ipotizzato come "probabile" unriavvio per aprile "al piu' tardi" dei colloqui in stallo dalgennaio 2011. Anche le fonti comunitarie hanno precisato che,se c'e' intesa sulla data, non vi si e' ancora arrivati quantoal sito, ma che comunque si stanno valutando diverse ipotesi. Ancora Salehi ha sottolineato che per il suo Paese "ilposto migliore" sarebbe Istanbul, dove gia' si svolsero gliultimi negoziati prima della rottura. Dal canto suol'ambasciata di Ankara in Iran ha fatto sapere che "la Turchiae' sempre pronta a ospitare gli incontri" tra la RepubblicaIslamica e il '5+1', ma ha aggiunto che "tutto dipendera'"dalle discussioni tra i diretti interessati. Il ministro degli Esteri non ha voluto rispondereesplicitamente alla domanda dei giornalisti su un eventualemessaggio al regime degli ayatollah di cui potrebbe esserelatore Erdogan, reduce dal vertice di Seul dedicato proprio altema nucleare, dove tra gli altri ha incontrato il presidenteamericano Barack Obama. "Finora abbiamo parlato unicamente diquestioni bilaterali", ha tagliato corto. (AGI).