Grecia: 10 milioni alle urne, come funziona il referendum

(AGI) - Atene, 4 lug. - Giornata cruciale domani in Grecia dovequasi 10 milioni di cittadini sono chiamati alle urne perpronunciarsi sul piano di accordo presentato dalla Commissioneeuropea nell'eurogruppo del 25 giugno scorso e sulle nuovemisure di austerita' proposte dai creditori internazionali. Unvoto che va ben oltre la politica economica di un paesesull'orlo del default, ma che mette in gioco la stessapermanente di Atene nell'Europa. Ecco come funziona ilreferendum:QUASI 10 MILIONI ALLE URNESono 9.855.029 i cittadini greci registrati per il votare.Affinche' il referendum sia valido dovra' recarsi alle urne

(AGI) - Atene, 4 lug. - Giornata cruciale domani in Grecia dovequasi 10 milioni di cittadini sono chiamati alle urne perpronunciarsi sul piano di accordo presentato dalla Commissioneeuropea nell'eurogruppo del 25 giugno scorso e sulle nuovemisure di austerita' proposte dai creditori internazionali. Unvoto che va ben oltre la politica economica di un paesesull'orlo del default, ma che mette in gioco la stessapermanente di Atene nell'Europa. Ecco come funziona ilreferendum:QUASI 10 MILIONI ALLE URNESono 9.855.029 i cittadini greci registrati per il votare.Affinche' il referendum sia valido dovra' recarsi alle urnealmeno il 40% degli aventi diritto. Secondo un ultimo sondaggiodi ProRata comunque l'affluenza sara' enorme: si prevede l'86%. Il costo complessivo del referendum e' di 20 milioni dieuroQUANDO SI VOTALe urne apriranno alle 7 di mattina, le 6 in Italia, echiuderanno alle 19, le 18 in Italia. In tutto nel Paese iseggi sono 19mila, gli stessi delle politiche del 2 gennaioscorso. I RISULTATIA chiusura delle urne, alle 19, le 18 in Italia, arriverannogli exit polls. I primi risultati attendibili si dovrebberoconoscere intorno alle 21 locali, le 20 in Italia, una voltarealizzato lo spoglio di circa il 10% delle schede. I risultatidefinitivi sono previsti lunedi'. A gestire le operazioni divoto sara' l'azienda informatica SingularLogicIL QUESITOEcco il quesito a cui i cittadini dovranno rispondere: "Deve essere accettato il piano di accordo presentato daCommissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetariointernazionale nell'Eurogruppo del 25 giugno 2015, composto dadue parti che costituiscono la loro proposta?"Il primo documento e' intitolato 'Riforme per il completamentodell'attuale programma e oltre" e il secondo "Analisireliminare per la sostenibilita'' del debito". L opzioni dirisposta sono 'No', non accettato, e 'Si'', accettato, chearriva come seconda opzione. (AGI)