Fabiola, la 'spagnola' regina cattolica senza figli

(AGI) - Bruxelles, 5 dic. - La spagnola Donna Fabiola De Mora yAragon, figlia del conte di Mora, divenne la "regina Fabiola" a32 anni, il 15 dicembre 1960, sposando il re dei BelgiBaldovino, di due anni piu' giovane, che era sul trono gia' da9 anni, nella cattedrale dei santi Michele e Gudule aBruxelles, pochi mesi dopo l'indipendenza del Congo. Entrambi molto cattolici, Baldovino e Fabiola nonriuscirono ad avere figli; il primo annuncio dell'attesa di unerede era stato fatto, pochi mesi dopo il matrimonio, dal papaGiovanni 23/mo in persona, in occasione di una

(AGI) - Bruxelles, 5 dic. - La spagnola Donna Fabiola De Mora yAragon, figlia del conte di Mora, divenne la "regina Fabiola" a32 anni, il 15 dicembre 1960, sposando il re dei BelgiBaldovino, di due anni piu' giovane, che era sul trono gia' da9 anni, nella cattedrale dei santi Michele e Gudule aBruxelles, pochi mesi dopo l'indipendenza del Congo. Entrambi molto cattolici, Baldovino e Fabiola nonriuscirono ad avere figli; il primo annuncio dell'attesa di unerede era stato fatto, pochi mesi dopo il matrimonio, dal papaGiovanni 23/mo in persona, in occasione di una visita dellacoppia reale a Roma, ma, come poi successe in diverse altresuccessive occasioni, la gravidanza non fu portata a termine. Baldovino, passato alla storia anche per aver 'abdicato'per 24 ore nel 1989 per non dover controfirmare la legge chelegalizzava l'aborto, ha infatti sempre considerato il nipoteFilippo, figlio del fratello Alberto e attuale re, come il suoerede al trono. Fabiola e' sopravvissuta per 21 anni almarito, morto nel 1993, ed e' sempre stata molto presente intutte le cerimonie della famiglia e del Regno; negli ultimianni, pero', le sue apparizioni si sono rarefatte, anche inseguito a una polemica sulla gestione della sua eredita', paria circa 27 milioni di dotazione pubblica ricevuti nei vent'annidi vedovanza: secondo i suoi detrattori, aveva volutocostituire la fondazione privata Fons Pereos, nel 2012, perevitare di far pagare le tasse di successione ai suoi nipoti.(AGI)