Cinema: Leonard Nimoy, il dottor Spock di Star Trek

(AGI) - Roma, 27 feb. - Ormai per tutti da oltre cinquant'anniera il dottor Spock, ma Leonard Nimoy, tolte orecchie a punta ecerone, smetteva i panni del protagonista di Star Treck perdedicarsi alle sue grandi passioni: la scrittura, la musica ela fotografia. "In Spock ho finalmente trovato il meglio dientrambi i mondi", il mondo terreno e Vulcano, il pianetanatale del primo ufficiale dell'Enterprise, raccontava in unadelle sue due autobiografie, pubblicate nel 1977 e nel 1995, incui ammetteva di sentirsi per meta' alieno. Nato a Boston, in Massachusetts da immigrati ebrei ucraini,Nimoy

(AGI) - Roma, 27 feb. - Ormai per tutti da oltre cinquant'anniera il dottor Spock, ma Leonard Nimoy, tolte orecchie a punta ecerone, smetteva i panni del protagonista di Star Treck perdedicarsi alle sue grandi passioni: la scrittura, la musica ela fotografia. "In Spock ho finalmente trovato il meglio dientrambi i mondi", il mondo terreno e Vulcano, il pianetanatale del primo ufficiale dell'Enterprise, raccontava in unadelle sue due autobiografie, pubblicate nel 1977 e nel 1995, incui ammetteva di sentirsi per meta' alieno. Nato a Boston, in Massachusetts da immigrati ebrei ucraini,Nimoy inizio' a recitare all'eta' di 8 anni, coltivando anchela passione per la musica. Prima del suo successo con StarTrek, Nimoy aveva recitato in numerosi film e spettacolitelevisivi, quasi sempre in ruoli minori. La svolta arrivo' conStar Trek, per la prima volta in onda sulla Nbc nel 1966. Lasua interpretazione del dottor Spock gli valse tre candidatureagli Emmy. Il personaggio lo ha accompagnato fino al 2013,quando Nimoy ha vestito di nuovo i panni di Spock, in versioneanziana, in Star Trek e in Into Darkness, entrambi diretti daJ.J. Abrams. (AGI)