Ritrovato esemplare raro di 'primo in folio' di Shakespeare

Il nuovo testo autentico è stato rinvenuto nella dimora vittoriana di Mount Stuart sull'isola scozzese di Bute

Ritrovato esemplare raro di 'primo in folio' di Shakespeare
 William Shakespeare ritrovamento nuovo testo del 1623  nella dimora vittoriana di Mount Stuart isola di Bute autenticità confermata da  Emma Smith docente  - afp

Londra - A quattro secoli dalla morte di William Shakespeare, spunta un nuovo testo autentico del grande drammaturgo inglese, parte della collezione originale di 36 opere stampate nel 1623. Il nuovo esemplare di 'primo in folio' (dal nome della tecnica di rilegatura), ha annunciato l'Universita' di Oxford, e' stato scoperto nella dimora vittoriana di Mount Stuart sull'isola scozzese di Bute, portando il totale dei testi originali dello scrittore a 234. La notizia e' arrivata mentre il mondo si prepara a celebrare il 23 aprile il quattrocentenario della morte del celebre poeta inglese. A confermare l'autenticita' del ritrovamento e' stata Emma Smith, docente di Studi su Shakespeare dell'ateneo, spiegando che il lavoro in tre volumi apparteneva all'editore del 18esimo secolo, Isaac Reed. "Quando all'inizio il gruppo al Mount Stuart mi ha detto che avevano un 'primo in folio', devo ammettere che ho pensato 'si', certo, anch'io'". "Ma - ha aggiunto - quando sono andata a indagare, ho potuto dire che dalla storia delle origini del libro, la filigrana e le idiosincrasie del testo e' autentico. E' stato un momento veramente eccitante". Si tratta comunque di un lavoro "inusuale, diviso in tre volumi e con molte pagine bianche di ricambio che sarebbero state usate per le illustrazioni", ha aggiunto Smith. L'opera fa parte della Bute Collection, una delle piu' importanti collezioni private britanniche, ed e' "solo la punta dell'iceberg nel materiale ancora da scoprire" conservato alla Mount Stuart, ha commentato Alice Martin. (AGI) .