Musei: Franceschini, il Maxxi aprira' anche a L'Aquila

(AGI) - Roma - Il Maxxi arrivera' anche a L'Aquila conla sede in Palazzo Ardinghelli. Lo ha annunciato il ministrodei Beni  

(AGI) - Roma, 9 ott. - Il Maxxi arrivera' anche a L'Aquila conla sede in Palazzo Ardinghelli. Lo ha annunciato il ministrodei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, a marginedella presentazione della Giornata del Contemporaneo, che sisvolgera' domani in tutta Italia. Il titolare del dicastero delCollegio Romano ha spiegato: "Abbiamo stanziato 1,5 milioni dieuro per completare il restauro di Palazzo Ardinghelli aL'Aquila, che era gia' in corso grazie a un contributo dellaRussia. In origine questo edificio doveva diventare sede degliuffici del Mibact, ma poi abbiamo deciso di trasformarlo in unmuseo di arte contemporanea la cui collezione verra' costruitaattraverso delle donazioni. Siccome non e' un luogo grandedovranno essere donazioni molto importanti e quindi sara' unmuseo piu' di qualita' che di quantita'. Stiamo ragionando peraffidare la gestione al Maxxi e quindi possiamo dire - ha dettoFranceschini - che ci sara' un Maxxi L'Aquila". Per quantoriguarda i tempi ha infine precisato Franceschini, "il restauroe' quasi completato, resta soltanto da realizzare la partemuseale". Molto soddisfatta Giovanna Melandri, presidente dellaFondazione Maxxi. "Sono lietissima - ha detto Melandri - che ilministro Franceschini abbia voluto dare proprio oggi, inoccasione della presentazione della XI Giornata delContemporaneo Amaci, l'importante annuncio di Maxxi Aquila.Condividiamo pienamente l'intuizione del ministro che dall'artecontemporanea possa venire un contributo importante allarinascita di questa citta' ferita". "Per la realizzazione diquesto importantissimo progetto - spiega Melandri - abbiamomesso a disposizione del ministro Franceschini le competenze ela collezione che la Fondazione Maxxi gestisce in quanto Museonazionale delle arti del XXI secolo. D'altronde non sono nuovein Europa le gemmazioni di sedi distaccate di grandi museinazionali dedicati al contemporaneo, come la Tate di Liverpoole il Centre Pompidou di Metz. Sara' un grande onore per laFondazione Maxxi - peraltro da pochi giorni rafforzatadall'ingresso di Enel - realizzare Maxxi Aquila: un polo divalorizzazione per l'arte contemporanea e di riscatto per quelterritorio". (AGI),