Muore a 94 anni 'Toots' Thielemans, leggenda del jazz

Muore a 94 anni 'Toots' Thielemans, leggenda del jazz
Toots  Thielemans

Bruxelles - E' morto a 94 anni 'Toots' Thielemans, musicista belga leggenda del jazz. Armonicista e chitarrista, nella sua carriera ha collaborato con artisti del calibro di Benny Goodman, Dizzy Gillespie, Pat Metheny. Negli anni Settanta divenne noto al pubblico italiano per la sua presenza nella sigla finale della trasmissione Milleluci a fianco di Mina. L'artista aveva annunciato il suo ritiro nel 2014. 


Mina & T. Thielemans _ Non gioco più _ Live 1974 di rumpadamant

Jean-Baptiste Frederic Isidore Thielemans se n'e' andato nel sonno, nello stesso modo pacato, quasi sussurrato, in cui suonava l'armonica. Cio' non ha evitato la sorpresa in chi gli era accanto: "Stava bene, aveva sofferto per una caduta ma stava bene, e dunque siamo un po' scioccati", ha etto il suo manager Veerle Van de Poel. Nato nel 1922 e proveniente da un distretto operaio di Bruxelles, "Toots" aveva cominciato a suonare l'armonica nel tempo libero. Per hobby, negli anni della Seconda guerra mondiale, e la sua grande occasione arrivo' qualche anno dopo la furia del conflitto: nel 1950 fu coinvolto nel tour europeo di Benny Goodman, prima di trasferirsi negli Stati Uniti, dove luccicavano le stelle di Charlie Parker, Ella Fitzgerld e Fran Sinatra. "Toots" (il nomignolo che si diede deriva dal Toots Mondello, sassofonista swing, e Toots Camarata, trombettista) avrebbe suonato con tutti loro, e, in futuro, con artisti del calibro di Paul Simon, Billy Joel, Stevie Wonder e Nick Cave, dunque al di fuori del cerchio del jazz. "Uno strumento che sembrava banale, lui lo condusse alle cime piu' alte", ha spiegato Marc Danval, storico del jazz. I cinefili ricordano la sua armonica in "Un uomo da marciapiede", interpretato da John Voight e Dustin Hoffman. Aveva 94 anni, ma nel 1990 non aveva rinunciato a festeggiare il proprio compleanno nella capitale belga, e con il titolo di 'barone' attribuitogli da re Alberto II nel 2001. "Abbiamo perduto un grande musicista, con una personalita' di grande calore umano", ha detto il primo ministro belga, Charles Michel. Ma in fatto di musica conta piu' il parere di chi di musica vive: "E' stato uno dei piu' grandi musicisti di tutti i tempi: parola di Quincy Jones. (AGI)