Le 'perle' del listino 01, da Tarantino a Scorsese e Bellocchio

(AGI) - Roma - 01 Distribution presenta il suo listinocinematografico per la prossima stagione e conferma la suaattenzione ai prodotti italiani. Una serie di proposte checontempla molti autori di culto come Tarantino ('The hatefuleight' con Samel L. Jackosn e Kurt Russell) a Tornatore ('Lacorrispondenza' con Jeremy Irons), da Bellocchio ('Sangue delmio sangue' con Filippo Timi) a Martin Scorsese (Silence' conLiam Neeson), Gabriele Muccino ('Padri e figlie' con RussellCrowe) e Paolo Virzi' ('La pazza gioia' con MicaelaRamazzotti). Ma anche esordienti o registi di opere seconde oterze come Sydney Sibilia

Le 'perle' del listino 01, da Tarantino a Scorsese e Bellocchio

(AGI) - Roma, 22 giu. - 01 Distribution presenta il suo listinocinematografico per la prossima stagione e conferma la suaattenzione ai prodotti italiani. Una serie di proposte checontempla molti autori di culto come Tarantino ('The hatefuleight' con Samel L. Jackosn e Kurt Russell) a Tornatore ('Lacorrispondenza' con Jeremy Irons), da Bellocchio ('Sangue delmio sangue' con Filippo Timi) a Martin Scorsese (Silence' conLiam Neeson), Gabriele Muccino ('Padri e figlie' con RussellCrowe) e Paolo Virzi' ('La pazza gioia' con MicaelaRamazzotti). Ma anche esordienti o registi di opere seconde oterze come Sydney Sibilia ('Smetto quando voglio 2'), Pif ('Inguerra per amore'), Alessio Maria Federici ('Tutte lovogliono'), Stefano Sollima ('Suburra'), Claudio Cupellini('Alaska') e Roberto Ando' (Le confessioni'). Poi, ancora,Cristina Comencini, Albanese, Pieraccioni, Siani, Max Bruno,Ozpetek, Miniero, Bogdanovich e Villeneuve. Come ha illustratoPaolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, oggie' la prima realta' distributiva italiana e mediamente il terzodistributore del Paese: nel 2014 la quota di mercato e' statadel 13.5% circa, per un incasso complessivo di 76 milioni dieuro, dietro colossi come Warner e Universal che aggregano neiloro listini i titoli di Sony, Filmauro e Paramount. Oggi, agiugno 2015, la quota di mercato e' del 12.5%. Risultatiraggiunti con un listino composto prevalentemente da filmitaliani (l'80% dei titoli nel 2014) di cui molti d'autore. Sesi prende in considerazione l'incasso solo del cinema italiano,la quota di mercato oscilla mediamente negli ultimi anni tra il35 e il 40%. La percentuale di titoli italiani nel listino 01e' cresciuta negli anni: nel 2002 piu' della meta' del listinoera composto da film stranieri, nel 2014 le opere italianeerano piu' dell'80%. In qualita' di produttore, Rai Cinemacontribuisce a realizzare oltre 50 film l'anno (nei primi annidi vita della societa' erano 15/20). Parte di questi comparenel listino 01, un'altra parte arriva nelle sale grazie adaltri distributori come Lucky Red, Bim, Fandango, EaglePictures, Good Films, Teodora, Bolero, Officine Ubu,Microcinema, Cinecitta' Luce. Negli ultimi anni c'e' stato unincremento nella produzione di film, reso possibile aumentandoil budget d'investimento destinato alla produzione e riducendoin modo forte quello dedicato all'acquisizione dei diritti difilm stranieri per la sala. Un confronto: nel 2004 si investivanel cinema di produzione una cifra di circa 30 milioni di euro,nel 2014 si e' arrivati a investirne 60 e nel 2015 si e' salitia 65 milioni di euro. Come ha spiegato Del Brocco, nel biennio2014-2015 Rai Cinema ha contribuito a realizzare 115 film perun investimento complessivo di oltre 135 milioni di Euro. Diquesti, 45 film tra opere prime e seconde, 70 documentari (conun investimento complessivo di 4 milioni di euro). Rai Cinema,inoltre, ha collaborato con 100 societa' di produzione e 150registi. .



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it