In ottantamila per Liga a Monza

Deciso un 'tteto' per i fal al concerto al'autodromo "per questioni di sicurezza"

In ottantamila per Liga a Monza

Monza - Per ragioni di tutela della gente e' stato fermato a 80mila il numero di persone ammesse ad assistere al concerto di Luciano Ligabue questa sera al Parco reale di Monza. Lo ha detto Ferdinando Salzano, di F&P Group, che con Claudio Maioli (manager dell'artista e a capo di Riservarossa) e organzizatore dell'evento di oggi e di domani sera. "Se avessimo voluto far prevalere l'avidita' saremmo andati anche fino a 120mila persone...", ha commentato Salzano. "Questa e' un'area nuova per noi ed e' motivo di orgoglio organizzare questi eventi ne quindi fermarci a 80mila persone ci e' sembrato giusto, per motivi di tutela". Si sa che l'evento si "consuma" nella prima serata e quindi "avremmo anche potuto spingere di piu', ma non andava bene", ha aggiunto. Domani sera saranno oltre 50mila gli spettatori. Salzano ha anche sottolineato che ha funzionato il countdown: ieri sera c'erano quasi 8mila persone lungo la 'Liga Street' e hanno poi assistito ala proiezione - inedita - del docu relativo al concerto di Campovolo di un anno fa.

 

 

Nel tempio della Formula Uno italiana, nel Parco di Monza dove si corre il Gp d'Italia, i fan 'scaldano' i motori con il LigaRockPark. Dalle prime ore del giorno il 'popolo del Liga' ha preso possesso dell'area, guidato da un accurato servizio di filtraggio ad opera delle forze dell'ordine (polizia, carabinieri, Guardia di finanza) e della security, questa con numeri abbondanti in fatto di persone impegnate ai varchi e nell'intera area. Giornata di sole e caldo, ma questo non ha scoraggiato i fan che da lunghe ore erano sul posto. I concerti sono anche l'occasione per celebrare i 25 anni da "Urlando contro il cielo", uno dei cavalli di battaglia dell'artista, che sul palco è accompagnato da Federico "Fede" Poggipollini (chitarra), Max Cottafavi (chitarra), Luciano Luisi (tastiere), Davide Pezzin (basso), Michael Urbano (batteria), Massimo Greco (tromba e flicorno), Corrado Terzi (sax baritono) ed Emiliano Vernizzi (sax tenore e sax soprano).

Oggi e domani in scaletta Ligabue inserisce, per la prima volta in assoluto, 3 nuovi brani estratti dall'album "Made in Italy" in uscita a novembre, oltre al primo singolo "G come Giungla", il cui video ha gia' superato il milione di visualizzazioni su YouTube. L'evento di stasera e quello di domani sera saranno anche occasione di grande visibilita' per i quattro vincitori del LigaRockParkContest, il concorso voluto dalla Regione Lombardia per valorizzare giovani talenti musicali e che prevede appunto per i vincitori l'opportunita' di esibirsi sul palco di Luciano Ligabue. Si tratta di Last (con "10 mila Anni Luce"), la band che apre, quindi Francesco Rainero (con il brano "La Strada"), The Jab (con "Regina") e I Dei Degli Olimpo (con "Mille Anni dall'Ombra"). La loro vittoria e' stata decretata dalla giuria di qualita', presieduta dal governatore della Lombardia Roberto Maroni, tra le 10 band finaliste che poi si sono esibite dal vivo nel corso di un'audizione all'Auditorium 'Testori' di Palazzo Lombardia, sede della Regione, dopo essere state votate attraverso i canali ufficiali di Regione Lombardia, Ligachannel e Fepgroup e su tutti i canali social #sulpalcodiliga. Il contest, un progetto esclusivo di Regione Lombardia, ha avuto un grande successo di partecipazione: 184 video caricati, 9.271 utenti votanti, 682.252 visualizzazioni di pagina, 91.323 voti assegnati. "Questi ragazzi sono tutti bravissimi - ha affermato al termine della selezione il governatore lombardo Maroni - Scegliere non e' stato facile, perche' ci siamo trovati ad ascoltare artisti di vera qualita', capacita' e originalita'. Chi ha vinto, avra' la grande opportunita' di esibirsi su un palco di fronte a 100mila persone. Ringrazio Ligabue per aver accolto questa nostra proposta e, visto il successo, intendiamo continuare su questa strada con altre iniziative analoghe, perche' vogliamo dare ai giovani musicisti altre occasioni per emergere e sfondare nel mondo della musica". Per questi due appuntamenti con Ligabue, al lavoro un'organizzazione collaudata dai concerti tenuti negli anni scorsi a Campovolo (Reggio Emilia) e dai tour negli stadi e palasport. E dunque anche treni speciali e servizi navetta, cercando cosi' di contenere l'afflusso di auto private ed evitando di congestionare l'area intorno al Parco di Monza. E a proposito dell'area che ospita il Gp d'Italia di Formula Uno, quindi area vocata anche ai motori, ecco che contestualmente alla musica nel week end monzese s'inserisce il Next 100 Festival, che oltre all'esposizione di auto e alla sfilata di centinaia e centinaia di motociclette prevede per domani anche gare delle quattro ruote sulla celebre pista. Appassionati di musica e di motori contenti e felici. (AGI)