Come cambia la skyline milanese 6 monografie su Sky Art con Boeri

(AGI) - Roma, 2 lug. - Questa sera, andra' in onda su SkyArteHD (canale 120), la prima puntata di Skyline Architetti perMilano. Sei puntate per sei grandi architetti internazionaliche hanno trasformato lo skyline milanese. Dalla torreUnicredit a CityLife, dalla Citta' della salute di Renzo Pianoalla Museo delle Culture passando per la Fondazione Prada diKoolahaas, sei ricche monografie dei grandi architettiprotagonisti di MI/ARCH 2013-2014, l'appuntamento annualeideato e curato da Stefano Boeri con il Politecnico di Milanoin occasione dei suoi 150 anni. Daniel Libeskind (CityLife), Renzo Piano (La Citta' dellaSalute a Sesto

(AGI) - Roma, 2 lug. - Questa sera, andra' in onda su SkyArteHD (canale 120), la prima puntata di Skyline Architetti perMilano. Sei puntate per sei grandi architetti internazionaliche hanno trasformato lo skyline milanese. Dalla torreUnicredit a CityLife, dalla Citta' della salute di Renzo Pianoalla Museo delle Culture passando per la Fondazione Prada diKoolahaas, sei ricche monografie dei grandi architettiprotagonisti di MI/ARCH 2013-2014, l'appuntamento annualeideato e curato da Stefano Boeri con il Politecnico di Milanoin occasione dei suoi 150 anni. Daniel Libeskind (CityLife), Renzo Piano (La Citta' dellaSalute a Sesto San Giovanni), Cesar Pelli (edificio Unicredit ePiazza Gae Aulenti), David Chipperfield (MudeC), Peter Eisenman(Residenza Carlo Erba alla Citta' Studi) e Rem Koolhaas(Fondazione Prada): sono loro i grandi architetti che sonoseguiti in una giornata tutta milanese: dall'incontro con ilpubblico e con gli studenti di architettura al Politecnico ealla Triennale, alla visita, insieme a Stefano Boeri, del sitodel loro progetto per Milano. Attraverso un'intervista approfondita, ciascun architettopresenta al pubblico la sua biografia, la sua idea diarchitettura e la sua visione per Milano. Il loro racconto e' commentato da Stefano Boeri earricchito da filmati originali, disegni, fotografie e renderin 3d delle opere realizzate dagli architetti in tutto il mondoe di quelle realizzate - o in corso di realizzazione - aMilano. "Fra cinquant'anni si guardera' a queste architetture comeai simboli del nostro tempo presente, esattamente come la TorreVelasca dei BBPR e il Pirellone di Ponti restano a perpetuareil mito della Milano coraggiosa e innovatrice del dopoguerra"ha detto Boeri. (AGI)