Addio all'attore e cabarettista Lino Toffolo

Zaia, Venezia e il Veneto perdono una vera voce della lingua veneta

Addio all'attore e cabarettista Lino Toffolo
 Lino Toffolo

Venezia - E' mancato, a 81 anni, nella sua Venezia, l'attore e cabarettista Lino Toffolo, protagonista di numerosi film e trasmissioni televisive. Toffolo aveva debuttato all'inizio degli anni '60 al 'Derby' con personaggi come Enzo Jannacci, Bruno Lauzi, Cochi e Renato. Diversi ruoli anche nel cinema, dove ha lavorato con noti registi, come Mario Monicelli.

"Ciao Lino, questa e' l'unica volta in cui sei riuscito a non farci ridere. Con la tua dipartita, Venezia e il Veneto perdono una vera voce della lingua veneta, il sorriso di una comicita' graffiante e al tempo stesso indulgente, un volto ironico e accattivante che ha saputo 'bucare' il piccolo schermo, l'intelligenza di corsivi sempre acuti, la maestri'a dell'avanspettacolo colto e mai banale". Cosi' il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha commentato la scomparsa dell'artista muranese. "Te ne sei andato con 'bela grazia', come il Tonin del 'tuo' Goldoni, abitando il piccolo e grande schermo senza mai perdere la tua carica di energia e di umanita'".

 

 

Zaia aggiunge: "Ci lasci in eredita' caratteri indimenticabili, che ci continueranno a parlare del tuo amore per la vita, per Venezia, per la lingua e la cultura veneta, e delle grandezze e delle miserie della condizione umana. 'Scusate il disturbo' e' stato il titolo di una tua fortunata fiction televisiva che ti ha portato in tutte le case della penisola: preferiamo immaginare che tu abbia a continuare a 'disturbarci', da quelle 'nuvole di vetro' che da cineasta hai saputo creare, ora continuerai a sorridere, con una nuova liberta' ancora piu' sagace e irridente , ai vizi e alle virtu' dei nostri giorni". (AGI)