Addio all'infaticabile studioso della lingua italiana Tullio De Mauro

Aveva 84 anni. Tra le sue opere più importanti, Il grande dizionario italiano dell'uso e la Storia linguistica dell'Italia unita

Addio all'infaticabile studioso della lingua italiana Tullio De Mauro
Tullio De Mauro (Agf)

Roma - E' morto a Roma Tullio De Mauro, uno dei padri della lingua italiana ed ex ministro della Pubblica Istruzione durante il Governo Amato. Ne ha dato notizia su Twitter Internazionale, settimanale diretto da suo figlio Giovanni, con cui collaborava. Linguista e docente universitario, Tullio De Mauro aveva 84 anni. Tra le sue opere principali, il Grande dizionario italiano dell’uso e la Storia linguistica dell’Italia unita.

 

 

Leggi anche: Tutti gli articoli di De Mauro scritti per Internazionale

 

 

Nato a Torre Annunziata il 31 marzo 1932, Tullio De Mauro, laureatosi in Lettere classiche, ha insegnato nelle università di Napoli, Chieti, Palermo e Salerno. Docente di Filosofia del linguaggio alla Sapienza di Roma, è stato poi ordinario di Linguistica generale nella stessa università. Nel 1966 è stato tra i fondatori della Società di linguistica italiana, di cui è stato anche presidente dal 1969 al 1973. Nel 2001 è stato nominato dal Presidente della Repubblica Cavaliere di Gran Croce al Merito della Repubblica Italiana. Attualmente era presidente della Fondazione Bellonci.
 

Quella volta che disse: La lingua italiana sta bene, stanno male quelli che la usano

 

Tra i tanti Tweet in ricordo del 'maestro', quello del premier Paolo Gentiloni