E' finita dopo 17 ore l'odissea dei passeggeri del volo Vueling costretto a un atterraggio d'emergenza a Lione

Domenica  sera il volo VY6271 da Charles De Gaulle a Fiumicino dopo circa un'ora di viaggio, all'altezza di Ginevra, aveva cambiato rotta ed era atterrato a Lione

vueling atterraggio emergenza lione odissea
 Paolo Massari
 I passeggeri del volo VY6271 in attesa nell'aeroporto di Lione

Si è conclusa dopo più di 17 ore l'odissea dei passeggeri del volo della compagnia low cost Vueling partito da Parigi e diretto a Roma, costretto a un atterraggio di emergenza all'aeroporto di Lione. Dopo avere passato la notte in un hotel della città della Francia orientale, sono ripartiti alle 9,30 (con due ore di ritardo rispetto all'orario previsto) per Fiumicino, dove sono arrivati alle 10,30.

Domenica  sera il volo VY6271 da Charles De Gaulle a Fiumicino dopo circa un'ora di viaggio, all'altezza di Ginevra, aveva cambiato rotta ed era atterrato a Lione.

Ai circa 100 passeggeri è stato detto che l'aereo, il cui decollo era previsto alle 17, ma era partito con un'ora e 50 minuti di ritardo, aveva avuto un problema tecnico. Dopo circa 5 ore di attesa nello scalo francese - dove, secondo la denuncia di un passeggero, sono rimasti senza assistenza e senza informazioni - sono stati trasferiti in un hotel per essere riportati in aeroporto alle 4,30.
I messaggi inviati alla compagnia area per avere informazioni sono rimasti senza risposta.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it