Ci sono due primi indagati per il crollo del parcheggio a Roma. Cosa sappiamo finora

Da mesi i residenti protestavano contro il cantiere. Gli articoli di Corriere e Repubblica

Ci sono due primi indagati per il crollo del parcheggio a Roma. Cosa sappiamo finora
Foto: Alessandro Serrano' / Agf 
Roma, crollo del manto stradale tra via Livio Andronico e via Lattanzio in zona Balduina. Una maxi voragine si è aperta all'altezza del civico 28. Inghiottite alcune auto parcheggiate

Due persone sono indagate dalla Procura per la voragine che si è aperta ieri, poco prima delle 18, in via Livio Andronico, nel quartiere romano della Balduina, nei pressi di un cantiere edile, costringendo all'evacuazione i residenti di due palazzi limitrofi. A essere iscritti per crollo colposo sono il legale rappresentante dei proprietari del terreno e l'omologo della società responsabile del cantiere. Per l'intera giornata di oggi sono proseguiti i rilievi nella zona interessata dal crollo, dove hanno effettuato un sopralluogo anche il procuratore aggiunto Nunzia D'Elia e il pm Mario Dovinola, titolari del fascicolo. Nelle prossime ore i magistrati affideranno una consulenza tecnica a due ingegneri e a un geologo per capire che cosa abbia determinato lo smottamento, che ha inghiottito sette vetture parcheggiate, cadute per dieci metri, senza causare per fortuna feriti. 

"A franare è stata la porzione di strada adiacente al cantiere dell’ex Istituto Santa Maria degli Angeli di via Lattanzio la cui demolizione è cominciata a ottobre scorso per far spazio ad alcuni parcheggi interrati", spiega Repubblica, "nei giorni scorsi, anche sul sito di Luce Verde, era stata segnalata una copiosa perdita d'acqua. Le prima avvisaglie del crollo si sono avute dal cedimento delle colonne di contenimento del cantiere adiacente. In strada, a gestire il traffico, ci sono i vigili urbani che hanno chiuso al traffico anche via Lattanzio. Mentre i residenti raccontano di aver sentito tremare le proprie abitazioni più volte negli ultimi mesi".

Ci sono due primi indagati per il crollo del parcheggio a Roma. Cosa sappiamo finora
Foto: Alessandro Serrano' / Agf 
Le auto parcheggiate inghiottite dalla voragine in zona Balduina 

"Da mesi i residenti protestavano contro la ditta che in zona sta realizzando una nuova palazzina nell’area dell’ex scuola Santa Maria degli Angeli, chiusa da anni: avevano denunciato vibrazioni inquietanti e perdite d’acqua che potrebbero aver corroso il sottosuolo", sottolinea il Corriere, "Al posto dell’edificio scolastico sorto negli anni Trenta in viale delle Medaglie d’Oro e poi negli anni Cinquanta trasferito nella sede di via Lattanzio, per anni punto di riferimento del quartiere, dovevano sorgere tre palazzine: due per uso residenziale e una per uffici".

Il M5s: "Chi ha sbagliato pagherà"

"Chi ha sbagliato pagherà", tuona una nota del gruppo del Movimento 5 Stelle in Campidoglio. "Sottolineo che alla Balduina non si tratta di una voragine ma del crollo di una parte di un'area di un cantiere. La situazione è grave ma sotto controllo", è invece stata la dichiarazione della sindaca Virginia Raggi, "l'area è sotto sequestro e già oggi la magistratura sta facendo tutti i rilievi del caso. Stanotte le due palazzine prospicienti sono state evacuate in via precauzionale e i residenti rimarranno fuori per un po' di tempo. Tutte le famiglie hanno trovato una sistemazione alternativa tranne una che abbiamo ospitato in un hotel tra quelli a disposizione con il protocollo 'Hotel solidali'. La Protezione civile sta già ricontattando tutti gli abitanti per capire se hanno a disposizione una sistemazione propria oppure se dovranno essere ospitati con il nostro sistema di accoglienza. Sul posto ci sono i Vigili e le forze dell'ordine insieme al gruppo e agli assessori del XIV Municipio per ogni necessità dei cittadini".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it