Vaccini: Codacons, punire medici una violenza, pronti a denunce

(AGI) - Roma, 17 ott. - Una "raffica di denunce contro lavaccinazione di massa". E' quanto si dice pronto a fare ilCodacons, commentando le notizie relative a possibiliprovvedimenti in tema di vaccinazione. "Spaventare i medici chenon ritengono di suggerire la vaccinazione a tutti i costiequivale a commettere una forma di violenza, della quale sipuo' essere chiamati a rispondere dinanzi la giustizia -afferma il presidente Carlo Rienzi - continuiamo a ritenere chei vaccini siano fondamentali, ma solo per le categorie arischio. Altrimenti si alimenta un business milionario conricadute economiche negative anche

(AGI) - Roma, 17 ott. - Una "raffica di denunce contro lavaccinazione di massa". E' quanto si dice pronto a fare ilCodacons, commentando le notizie relative a possibiliprovvedimenti in tema di vaccinazione. "Spaventare i medici chenon ritengono di suggerire la vaccinazione a tutti i costiequivale a commettere una forma di violenza, della quale sipuo' essere chiamati a rispondere dinanzi la giustizia -afferma il presidente Carlo Rienzi - continuiamo a ritenere chei vaccini siano fondamentali, ma solo per le categorie arischio. Altrimenti si alimenta un business milionario conricadute economiche negative anche per le casse dello Stato".L'associazione di consumatori ricorda, ad esempio, il caso delvaccino antinfluenzale del 2004 "che si rivelo' inefficace acausa del ceppo sbagliato, portando ad un immenso spreco permilioni di euro a danno di moltissimi cittadini che finironocomunque per ammalarsi, e del Ssn. Per non parlare del casocontroverso del vaccino pediatrico: nonostante la legge prevedasolo 4 vaccini obbligatori - conclude il Codacons - in Italiasi ricorre all'esavalente, con un regalo pari a 114 milioni dieuro annui in favore dell'industria farmaceutica. (AGI).