Unicredit: Pioneer Investments quarto posto in Europa con una raccolta da 13,2 mld di euro

Unicredit: Pioneer Investments al quarto posto in europa conuna raccolta da 13,2 miliardi di euroPioneer Investments, la controllata di Unicredit attivanell'asset management, chiude il 2014 con un record di raccoltaglobale pari a 13,2 miliardi di Euro. Questo risultato riflettela forte crescita della societa' di gestione nelle diverse areegeografiche in cui opera e nelle varie asset class. Nell'annovi e' stata una crescita degli asset in tutte le business unit,mentre il patrimonio gestito complessivo e' aumentato dai circa' i' 174 miliardi di fine dicembre 2013 agli oltre ' i' 201miliardi a fine

Unicredit: Pioneer Investments al quarto posto in europa conuna raccolta da 13,2 miliardi di euroPioneer Investments, la controllata di Unicredit attivanell'asset management, chiude il 2014 con un record di raccoltaglobale pari a 13,2 miliardi di Euro. Questo risultato riflettela forte crescita della societa' di gestione nelle diverse areegeografiche in cui opera e nelle varie asset class. Nell'annovi e' stata una crescita degli asset in tutte le business unit,mentre il patrimonio gestito complessivo e' aumentato dai circa' i' 174 miliardi di fine dicembre 2013 agli oltre ' i' 201miliardi a fine dicembre 2014. Inoltre, il businessistituzionale, che pesa per circa il 24% della raccolta totale,ha continuato a registrare volumi in crescita e un aumentatosupporto da parte delle societa' di consulenza globali e localiche collaborano in questa tipologia di attivita'. Gli ottimirisultati commerciali hanno contribuito a generare un utilelordo (GOP) di Pioneer Investments pari a ' i' 295 milioni(+19% anno su anno su base normalizzata). "Siamo estremamentesoddisfatti di come il nostro piano strategico e i nostriinvestimenti nel business stiano dando i loro risultati", hacommentato Giordano Lombardo, CEO e Group CIO di PioneerInvestments. "Essere al 4A' posto per vendite in Europa e al10A' nel mondo (stime Morningstar Asset Flows) e' un'importantecertificazione della validita' del nostro processo diinvestimento e delle nostre piattaforme di gestione. Ilsuccesso ottenuto nel 2014 e' dovuto alla combinazione didiversi fattori: la qualita' delle performance, una gamma diprodotti innovativa e il nostro impegno a proporre servizi edelevato valore per i clienti". "Per i prossimi anni ciaspettiamo un contesto di mercato ancora sfidante,caratterizzato da piu' bassi rendimenti e una piu' elevatavolatilita'. In questo scenario e' probabile che ci sia unacrescente richiesta di soluzioni innovative, diversificate eoutcome-oriented. Gli investitori sono consapevoli dellanecessita' di ricercare nuove fonti di rendimento e di reddito,andando oltre le tradizionali scelte di asset allocation.Registriamo inoltre una forte domanda per le nostre strategieobbligazionarie globali e locali. Riteniamo che in futuro lanostra offerta di soluzioni multi-asset, target income e liquidalternative diventera' sempre piu' cruciale per la nostrasocieta' e per i nostri clienti", ha aggiunto Lombardo.Comenoto Unicredit e' da tempo in trattative con il Santander perla creazione di un colosso europeo dell'Asset Management chepotrebbe raggiungere i 350 miliardi di euro di patrimoniogestito. Al termine dell'operazion annunciata qualche mese faUnicredit potrebbe cedere il 50% di Pioneer Investmens eottenere un terzo della nuova entita', mentre un altro terzoandrebbe al Santander e la parte rimanente ai fondi WarburgPincus e General Atlantic (gia' oggi al 50% di Santander AssetManagement). La creazione di questo nuovo gigante dell'assetmanagement potrebbe anche terminare con una quotazione in Borsae forse con il disimpegno dei due fondi.L'operazione e' ancorain evoluzione e con la pubblicazione recente dei datil'amministratore delegato di Unicredit Federico Ghizzoni haprecisato: "Stiamo negoziando con Santander, riteniamo siaun'operazione di altissimo valore strategico su cui entrambisiamo molto convinti. Continuiamo a discutere e a fare passiavanti. La nostra posizione, quella di Santander e degli altridue fondi e' positiva". GD .