Ultra' olandesi ancora in azione a Roma, danni in Vaticano

(AGI) - Roma, 21 feb. - Altri tre arresti di tifosi olandesi,oltre a quelli avvenuti nei pressi di piazza San Pietro, sonostati eseguiti nella notte a Roma. A intervenire, in questocaso, la Polizia, dopo una segnalazione giunta alla salaoperativa della Questura verso l'una. Alcuni abitanti di viadelle Mura Portuensi avevano infatti telefonato al 113riferendo di aver sentito delle grida provenire dalla strada edi aver notato alcuni giovani che, dopo aver cercato disradicare i segnali stradali, avevano iniziato a salire sulleauto parcheggiate, danneggiandone cofani e tetti. Lasegnalazione e' stata inoltrata alle

(AGI) - Roma, 21 feb. - Altri tre arresti di tifosi olandesi,oltre a quelli avvenuti nei pressi di piazza San Pietro, sonostati eseguiti nella notte a Roma. A intervenire, in questocaso, la Polizia, dopo una segnalazione giunta alla salaoperativa della Questura verso l'una. Alcuni abitanti di viadelle Mura Portuensi avevano infatti telefonato al 113riferendo di aver sentito delle grida provenire dalla strada edi aver notato alcuni giovani che, dopo aver cercato disradicare i segnali stradali, avevano iniziato a salire sulleauto parcheggiate, danneggiandone cofani e tetti. Lasegnalazione e' stata inoltrata alle pattuglie di zona, e sulposto sono subito giunte due auto del Commissariato S. Paolo eduna di Monteverde. Grazie alle indicazioni fornite daitestimoni, i poliziotti si sono diretti verso un albergo dellazona, dove hanno individuato i responsabili dei danneggiamenti,tre giovani olandesi dai 19 ai 20 anni, in evidente stato diubriachezza, uno dei quali con al collo una sciarpa delFeyenoord. I tre, al momento del fermo, erano intenti avisionare sui propri cellulari i filmati degli scontri avvenutitra i tifosi della squadra olandese e le forze dell'ordine neigiorni scorsi. Nel giubbotto di uno dei tre, inoltre, e' statotrovato un coltello con una lama di circa 25 centimetri. Nelcorso del sopralluogo effettuato, poi, sono state individuatedue auto con impronte di scarpe sul cofano ed un finestrinoinfranto. Riconosciuti senza incertezze dai testimoni, i tresono stati condotti in Commissariato e, al termine, arrestatiper rispondere di danneggiamento aggravato: uno di loro dovra'rispondere anche del possesso del coltello. (AGI)