Uccise moglie davanti figlia 2 anni, Cassazione conferma condanna a 14 anni

(AGI) - Caltanissetta - Diventa definitiva la condannaa 14 anni di reclusione per il gelese Nicola Incorvaia, l'exguardia giurata di 30  [...]

(AGI) - Caltanissetta, 18 mar. - Diventa definitiva la condannaa 14 anni di reclusione per il gelese Nicola Incorvaia, l'exguardia giurata di 30 anni che la sera del 10 maggio 2010uccise a Gela, con la pistola d'ordinanza la giovane moglie disoli 22 anni, Emanuela Vallecchi, dalla quale si stavaseparando. Il delitto avvenne davanti alla figlioletta di 2anni. La seconda sezione penale della Suprema Corte, ha cosi'confermato per l'uxoricida la pena inflitta dalla Corted'Assise d'Appello di Catania, dopo che i giudici di Romaavevano disposto un nuovo processo per il vigilantes. LaCassazione, infatti, rimando' gli atti ai giudici d'appelloetnei perche' - come aveva sostenuto l'avvocato Flavio Sinatra,difensore del metronotte - fosse riconosciuta a Incorvaial'attenuante della provocazione. La pena fu quindi ridotta a 14anni, ora diventata definitiva dopo il pronunciamento dellaCorte di Cassazione. .