Uccide ladro in casa, forse colpito su scale. In corso interrogatorio

(AGI) - Milano - E' in corso in procura a Milanol'interrogatorio di Francesco Sicignano, il pensionato chenella notte tra lunedi' e  

(AGI) - Milano, 21 ott. - E' in corso in procura a Milanol'interrogatorio di Francesco Sicignano, il pensionato chenella notte tra lunedi' e martedi' ha ucciso a colpi di pistolaun giovane ladro che era entrato nel suo appartamento a Vapriod'Adda (Milano). L'uomo viene sentito nell'ufficio del pmAntonio Pastore. Sicignano e' accompagnato dal figlio e dal suoavvocato. Molti i fatti da chiarire su quanto accaduto: secondouna prima ricostruzione infatti, sembra che l'uomo abbiasparato al ladro quando questi era ancora sulle scale di casa,all'esterno dell'abitazione. Da qui l'imputazione per omicidiovolontario contestatagli dai magistrati.

"Penso che l'imputazione di omicidio volontario siaincredibilmente sbagliata e penso che sia dovuta allanecessita' di compiere certe indagini, ma poi se ci sara' ilprocesso nei confronti di questa persona, e spero di no, almassimo sara' eccesso colposo di legittima difesa. Allora noiappronteremo la difesa legale, sostenendo le spese". Cosi' ilPresidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, daimicrofoni di Radio 24, e' tornato sulla vicenda. "Abbiamoapprovato a giugno una legge per la legalita' e contro lacriminalita' organizzata che prevede anche il sostegno dellaRegione per coloro che, difendendosi da un reato contro ilpatrimonio o contro le persone, vengono accusati di un reatoper eccesso colposo di legittima difesa", ha ricordato Maroni."Non e' un problema di leggi - ha aggiunto il governatore - e'un problema di interpretazione. Per questo siamo intervenuticome Regione, perche' e' anche una questione culturale: tantipiccoli casi isolati rimangono tali, se creiamo invece lecondizioni perche' questi casi isolati pongano il problema,come lo sta ponendo questo caso, magari allora si puo'intervenire in qualche modo". .