Tiscali, l'assemblea approva il bilancio 2013

L'Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Tiscali, riunitasi il18 luglio 2014 a Cagliari in unica convocazione, ha approvatotutti i punti all'ordine del giorno. Approvazione del bilanciodi esercizio al 31 dicembre 2013 Approvato il bilancio relativoall'esercizio 2013 che si e' chiuso con Ricavi Consolidati per223,4 milioni di Euro. Sono stati confermati i dati delprogetto di Bilancio, approvato dal Consiglio diAmministrazione lo scorso 13 giugno 2014, e riassunti neiseguenti principali risultati: - Ricavi consolidati a 223,4milioni di Euro; - Ebitda Netto dopo gli accantonamenti a 52,5milioni di Euro; - Risultato Netto di gruppo

L'Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Tiscali, riunitasi il18 luglio 2014 a Cagliari in unica convocazione, ha approvatotutti i punti all'ordine del giorno. Approvazione del bilanciodi esercizio al 31 dicembre 2013 Approvato il bilancio relativoall'esercizio 2013 che si e' chiuso con Ricavi Consolidati per223,4 milioni di Euro. Sono stati confermati i dati delprogetto di Bilancio, approvato dal Consiglio diAmministrazione lo scorso 13 giugno 2014, e riassunti neiseguenti principali risultati: - Ricavi consolidati a 223,4milioni di Euro; - Ebitda Netto dopo gli accantonamenti a 52,5milioni di Euro; - Risultato Netto di gruppo negativo per 4,8milioni di Euro; - Clienti ADSL a 498 mila unita'; - PosizioneFinanziaria Netta a 198,5 milioni di Euro. I ricavi del Grupponel corso dell'esercizio 2013 si attestano a 223,4 milioni diEuro, in diminuzione del 4,5% rispetto ai 233,8 milioni di Euroregistrati nell'esercizio 2012. L'EBITDA al netto dellasvalutazione crediti e di altri accantonamenti e' pari a 52,4milioni di Euro in forte crescita rispetto al dato comparabiledel 2012 di 44,3 milioni di Euro (+18,5% YoY), grazie al minorpeso dell'accantonamento a fondo svalutazione crediti. Ilrisultato operativo (EBIT) del 2013, al netto degliaccantonamenti, svalutazioni e dei costi di ristrutturazione e'positivo per 9,38 milioni di Euro, in netto miglioramentorispetto al dato corrispondente dell'anno precedente (negativoper 0,08 milioni di Euro) grazie al minor impattodell'accantonamento al fondo svalutazione crediti e al ridottopeso degli ammortamenti. Il risultato netto del Gruppodell'esercizio 2013 e' negativo per 4,8 milioni di Euro, inforte miglioramento rispetto al dato negativo di 15,8 milionidi Euro registrato nel 2012. Alla fine dell'esercizio 2013, ilnumero di clienti ADSL e' pari a 498 mila unita' (+19 milaunita' YoY, rispetto al dato di 479 mila unita' del periodocorrispondente nell'esercizio 2012), di cui oltre 366 mila sonoclienti diretti (ULL). Tale crescita organica dipende in granparte dalla buona performance dei canali pull (web e inbound) edalla forte competitivita' delle offerte consumer e SOHO. Ilrisultato e' particolarmente importante se si considera ildelicato contesto macroeconomico e il difficile quadrocompetitivo sul mercato italiano delle TLC, soprattutto conriferimento al segmento wireline. Inoltre si segnala lapromettente performance del segmento della telefonia mobile,che ha beneficiato nell'ultimo trimestre e nella prima partedel 2014 del lancio delle nuove offerte a pacchettoparticolarmente competitive. Gli investimenti relativi almantenimento dell'infrastruttura di rete e IT, nonche'all'attivazione dei nuovi clienti, sono stati pari a 24,8milioni di Euro, principalmente imputabili allo sviluppo dellarete, dei servizi IT ed alla connessione ed attivazione deinuovi clienti broadband. Al 31 dicembre 2013, il Gruppo Tiscalipuo' contare su disponibilita' liquide complessive per 3,1milioni di Euro, a fronte di una posizione finanziaria nettaalla stessa data negativa per 191,6 milioni di Euro (186,5milioni di Euro al 31 dicembre 2012). Come noto, la Societa' e'impegnata da tempo in un articolato processo negozialefinalizzato alla ristrutturazione dell'indebitamentofinanziario senior del Gruppo derivante dal GFA. Tale processonegoziale ha visto da ultimo la sottoposizione ai creditori deifinanziamenti concessi ai sensi del GFA (gli IstitutiFinanziatori) di una proposta, di natura preliminare e nonvincolante, relativa ad un'operazione di ristrutturazionedell'indebitamento finanziario del gruppo Tiscali che da unlato potrebbe dar luogo ad una ripatrimonializzazione delgruppo e dell'altro produrra' un parziale riscadenziamento deldebito ed una rimodulazione dei covenant finanziari attualmenteprevisti dal GFA. La summenzionata proposta ha recentementeottenuto da parte della totalita' degli Istituti Finanziatoriun consenso preliminare e condizionato, tra l'altro, alcompletamento dell'iter autorizzativo dei competenti organideliberanti degli Istituti Finanziatori e alla definizionedella necessaria documentazione contrattuale, consentendodunque al Gruppo di perseguire un'ipotesi di ristrutturazionedell'indebitamento finanziario di cui al GFA di tipoconsensuale. .