Terrorismo: Ros, prima indagine su forum Al Qaeda

(AGI) - Roma, 1 lug. - L'indagine antiterrorismo condotta daicarabinieri del Ros e' la prima in Italia riguardante uno deiforum affiliati ad al-Qaida, creati a partire dalla prima meta'degli anni 2000 da simpatizzanti dell'organizzazione fondata daBin Laden, al fine di sostenerne il programma terroristico. Loscopo di tali forum - spiegano gli investigatori - e' di"diffondere l'ideologia di al-Qaida allo scopo di formare nuoviproseliti, avviandoli ad un percorso di radicalizzazione che,nelle intenzioni di coloro che li gestiscono, dovrebbeconcludersi con la decisione a partecipare attivamente allajihad violenta, ad esempio arruolandosi in un'organizzazione

(AGI) - Roma, 1 lug. - L'indagine antiterrorismo condotta daicarabinieri del Ros e' la prima in Italia riguardante uno deiforum affiliati ad al-Qaida, creati a partire dalla prima meta'degli anni 2000 da simpatizzanti dell'organizzazione fondata daBin Laden, al fine di sostenerne il programma terroristico. Loscopo di tali forum - spiegano gli investigatori - e' di"diffondere l'ideologia di al-Qaida allo scopo di formare nuoviproseliti, avviandoli ad un percorso di radicalizzazione che,nelle intenzioni di coloro che li gestiscono, dovrebbeconcludersi con la decisione a partecipare attivamente allajihad violenta, ad esempio arruolandosi in un'organizzazioneterroristica, partendo per una delle zone di guerra, oppurecompiendo autonomamente attentati nei Paesi occidentali". Nel 2011, uno dei membri del gruppo di gestione, il cuisoprannome nel forum era "abujihad.47", successivamenteidentificato nel 19enne algerino Khaled Amroune, partiva dalproprio Paese per la Siria, arruolandosi nelle filadell'organizzazione Jabhat al-Nusra e restando ucciso incombattimento nei pressi del confine con la Turchia contro letruppe del governo siriano. Il suo martirio veniva poicelebrato all'interno del forum da Masseoudi ed El-Khalfi,elogiandone il passaggio dalla jihad mediatica a quellaviolenta. Il forum operava anche da tramite tra volontariintenzionati a recarsi in uno dei teatri della jihad percombattere e le organizzazioni terroristiche attive in queiterritori, facilitandone il reclutamento. Ad esempio, nel 2012,dopo lo scoppio del conflitto siriano e l'entrata in scena diJabhat al-Nusrah, gruppo terroristico affiliato ad al-Qaida,Masseoudi riceveva da un membro del forum una richiestad'informazioni su come raggiungere la Siria dalla Palestina edarruolarsi nell'organizzazione. Lo stesso Masseoudi, sfruttandola notorieta' del forum i7ur, entrava in contatto conl'amministratore del profilo facebook ufficiale di Jabhatal-Nusra ottenendo le indicazioni richieste. Nel corso delleattivita' d'intercettazione telematica dei pc degli indagativeniva acquisita anche la notizia relativa ad azioniterroristiche da compiere in Marocco, con l'obiettivo dicolpire il locale Parlamento ed un festival della canzone inprogramma a Rabat. Le informazioni acquisite contribuivanoall'identificazione dell'attentatore in Mouchine Archtal,arrestato dalla polizia marocchina prima di entrare in azione. Uno dei principali obiettivi dell'associazione era tuttaviaquello di favorire processi di radicalizzazione difrequentatori del sito, per indurli a compiere attentati neiPaesi occidentali. In tale quadro, oltre a pubblicare moltinumeri della rivista in lingua inglese "Inspire", pubblicata da"al-Qaida nella Penisola Arabica" per promuovere la strategiaterroristica dei "lupi solitari", gli indagati hanno utilizzatogli attentati compiuti in Francia nel marzo 2012, da uncittadino francese d'origine algerina, Mohammed Merah,responsabile dell'uccisione di tre paracadutisti dell'esercitofrancese, di un rabbino e dei suoi figli e di un altro bambino.I membri del forum hanno seguito tutta la vicenda parteggiandoper il terrorista ed esaltando il suo martirio, dopol'uccisione ad opera della polizia francese. Nei giornisuccessivi, l'ideologo del forum, Mohammed Majene, pubblicavaun lungo testo sull'importanza della strategia della "jihadindividuale", di cui gli attentati compiuti da Merah erano,secondo lui, un lodevole esempio. Sul sito veniva anche diffusoil video di al-Qaida "incarica solo te stesso", in cui i leaderdell'organizzazione, tra cui il cittadino americano AdamGadahn, di recente ucciso nel corso di un attacco compiuto daun drone in Pakistan, incitavano i propri sostenitori adattivarsi autonomamente e a compiere attentati terroristici inOccidente. Infine, allo scopo di aumentare la popolarita' el'influenza del forum "Ashak al-Hur" nell'ambito deisimpatizzanti di Al-Qaida, Masseoudi entrava in contatto con unmembro di Al-Qaida in Iraq (ancora non separatasi da al-Qaida eribattezzatasi "Stato Islamico"), al fine di ottenere videooriginali di azioni compiute dall'organizzazione terroristicada pubblicare in esclusiva nel forum. Lo stesso indagatoavviava una trattativa con uno degli amministratori del forumal-Shumukh, il piu' popolare forum jihadista utilizzato daal-Qaida e dalle organizzazioni affiliate, per ottenere la"tazkiya", ossia la garanzia di affidabilita' necessaria perentrare in contatto con i rappresentanti delle maggioriorganizzazioni terroristiche in Internet. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it