Terrorismo: indottrinava bambini, espulso l'ex Imam di Udine

(AGI) - Udine - Un imam algerino di 36 anni residente aSchio in provincia di Vicenza e che per diverso tempo ha 

(AGI) - Udine, 1 ott. - Un imam algerino di 36 anni residente aSchio in provincia di Vicenza e che per diverso tempo haoperato nel centro islamico di via San Rocco a Udine, e' statoespulso dall'Italia in esecuzione di un provvedimento dalministero dell'Interno per motivi di ordine pubblico. All'origine della decisione il fatto accaduto in una scuolaelementare della provincia: nel corso di una lezione dieducazione musicale alcuni alunni della classe quinta diorigine magrebina e di fede islamica si tapparono le orecchieper non sentirne la melodia. Il gesto fu motivato con gliinsegnamenti ricevuti dall'imam del centro islamico chefrequentavano, in base alle quali ascoltare musica e utilizzarestrumenti musicali costituiva peccato. Successivamente letestimonianze raccolte dalla Digos hanno confermato l'episodio,oltre a far emergere che il cittadino algerino, di religionesalafita, avrebbe espresso piu' volte in pubblico posizioniritenute marcatamente radicali e ostili all'Occidente. L'uomoinoltre avrebbe indotto i piccoli fedeli ad assumerecomportamenti palesemente ostili alla cultura occidentale e amanifestare il desiderio, una volta divenuti adulti, dicompiere gesti eclatanti anche con l'uso delle armi. Mezzereg,che manteneva strette relazioni con esponenti del mondoislamico di orientamento radicale, si trovava in Italia dal2002, grazie ad un permesso di soggiorno rilasciato dallaQuestura di Udine, citta' dove aveva svolto il ruolo di imamsino al 2013. Poi si era trasferito nel vicentino. (AGI)