Terremoto, a L'Aquila da Amatrice 19 feriti di cui 2 gravi

Terremoto, a L'Aquila da Amatrice 19 feriti di cui 2 gravi
  terremoto sisma amatrice rieti macerie

L'Aquila - Sono 19 i feriti giunti finora all'ospedale "San salvatore" di L'Aquila da Amatrice, da stamattina alle ore 6, dove sono stati trasportati e ricoverati dopo la scossa di terremoto, avvenuta nella cittadina della provincia di Rieti, alle 3.36. Dei 19 feriti, 2 sono da codice rosso (molto gravi) mentre gli altri sono in condizioni meno serie. I 19 degenti si trovano nei reparti di rianimazione e neurochirugia (i codici rossi) mentre gli altri 17 a ortopedia e chirurgia. Al San Salvatore, dove le operazioni di soccorso sono scattate gia' alle ore 4, alla presenza del manager Rinaldo Tordera e di tutti i suoi piu' stretti collaboratori - tra cui Luigi Valenti, direttore del pronto soccorso, Tullio Pozone, responsabile dell'emergenza-urgenza, e Sabrina Cicogna, direttore di' cardiologia - si e' trovata la disponibilita' di 74 posti letto per affrontare l'emergenza. In mattinata all'ospedale di L'Aquila e' arrivato anche l'assessore regionale alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci insieme al direttore dipartimento sanita' della Regione Angelo Muraglia. Intanto a Montereale e' stato istituito un posto medico avanzato per gestire i casi meno gravi, codici bianchi e verdi, in modo da alleggerire il carico di lavoro che grava quasi esclusivamente sull'ospedale San Salvatore. Alla postazione medica di Montereale sono presenti 5 medici dell'ospedale e sono stati allestiti 6 posti letto. Sempre a Montereale il sindaco del paese ha messo a disposizione la scuola come base logistica in cui alloggiare temporaneamente le persone, provenienti da Amatrice che, dopo essere state visitate, vengono valutate non bisognose di ricovero o cure particolari. Intanto dall'ospedale di L'Aquila e' stato inviato ad Amatrice, tramite elisoccorso, del materiale da primo soccorso da utilizzate per prestare le cure ai feriti presenti nel centro laziale duramente colpito dalla scossa tellurica. Nel frattempo la prefettura di L'Aquila ha convocato un vertice alle ore 12.00 per fare il punto della situazione, summit a cui ha ovviamente partecipato anche la Asl. Intanto il manager Tordera da stamani si tiene in contatto col sindaco di L'Aquila, Massimo Cialente, che si trova ad Amatrice per mantenere un filo diretto con l'amministrazione comunale e unire le forze per coordinare le varie attivita'. L'organizzazione dei soccorsi riguarda anche gli altri ospedali della Asl 1, vale a dire Avezzano e Sulmona. Nel presidio marsicano sono stati messi a disposizione 20 posti letto mentre in quello peligno 23, per un totale complessivo, relativo a i tre ospedali di L'Aquila, Avezzano e Sulmona, di 117 posti. (AGI)