Terra dei fuochi: Caldoro, occorre 'front office' per cittadini

(AGI) - Napoli, 19 lug. - E' necessaria costruire "un luogo perinformare su quello che si fa su Terra dei fuochi. Un 'frontoffice' per i cittadini, per i comitati. Una sede dove leIstituzioni, tutte, con chiarezza e trasparenza devonocomunicare le attivita' avviate". Lo sottolinea in una notaStefano Caldoro, presidente delle Regione Campania. "La svoltae' nella trasparenza, nella informazione e nella condivisione.Le prefetture o una di esse potrebbero essere la sede, con ilministero dell'Interno si puo' in tempi brevissimi verificarela fattibilita'", e' la sua proposta.- Per il presidente dellagiunta campana, i

Terra dei fuochi: Caldoro, occorre 'front office' per cittadini
(AGI) - Napoli, 19 lug. - E' necessaria costruire "un luogo perinformare su quello che si fa su Terra dei fuochi. Un 'frontoffice' per i cittadini, per i comitati. Una sede dove leIstituzioni, tutte, con chiarezza e trasparenza devonocomunicare le attivita' avviate". Lo sottolinea in una notaStefano Caldoro, presidente delle Regione Campania. "La svoltae' nella trasparenza, nella informazione e nella condivisione.Le prefetture o una di esse potrebbero essere la sede, con ilministero dell'Interno si puo' in tempi brevissimi verificarela fattibilita'", e' la sua proposta.- Per il presidente dellagiunta campana, i cittadini "devono chiedere, partecipare alleattivita', essere informati su quello che oggi rimane nellaconoscenza solo degli addetti ai lavori, i ministeri, le forzedell'ordine o i corpi militari o ancora le singole istituzionilocali con gli organismi tecnici. Questo tavolo potra' servire,con il contributo fondamentale dei cittadini e dellaassociazioni, anche a monitorare il territorio. Un luogo perraccogliere anche segnalazioni e per seguire, insieme e nelrispetto dei ruoli diversi, le attivita' messe in campo".Intorno all'emergenza Terra dei fuochi "si e' avviato, dopoanni di colpevole immobilismo, una lavoro che non haprecedenti. Sul controllo del territorio, della salute e deiprodotti non si e' mai fatto tanto da decenni. E' necessariofare sempre di piu' e meglio perche' il problema e' grande erichiede anni di impegno senza sosta e con sempre maggioredecisione", conclude Caldoro. (AGI)