Tassista violentata: lo stupratore rinviato a giudizio

(AGI) - Roma, 23 set. - Rinvio a giudizio per Simone Borgese,il trentrenne romano cameriere 'a chiamata' nei ristorantiaccusato di aver picchiato, violentato e rapinato l'8 maggioscorso una tassista da cui si era fatto accompagnare in zonaPonte Galeria. Lo ha deciso il gup Luciano Imperiali che hafissato l'inizio del processo al 6 ottobre prossimo davanti aigiudici della quinta sezione penale del tribunale. La difesa diBorgese, che e' ancora detenuto, aveva chiesto la concessionedel rito abbreviato (che in caso di condanna prevede lo scontodi pena pari a un terzo) condizionato alla concessione

(AGI) - Roma, 23 set. - Rinvio a giudizio per Simone Borgese,il trentrenne romano cameriere 'a chiamata' nei ristorantiaccusato di aver picchiato, violentato e rapinato l'8 maggioscorso una tassista da cui si era fatto accompagnare in zonaPonte Galeria. Lo ha deciso il gup Luciano Imperiali che hafissato l'inizio del processo al 6 ottobre prossimo davanti aigiudici della quinta sezione penale del tribunale. La difesa diBorgese, che e' ancora detenuto, aveva chiesto la concessionedel rito abbreviato (che in caso di condanna prevede lo scontodi pena pari a un terzo) condizionato alla concessione di unaperizia psichiatrica alla luce di presunti disturbi dellapersonalita' manifestati dall'imputato. Ma ne' il pm EugenioAlbamonte ne' lo stesso giudice hanno ritenuto che ci fossero ipresupposti per l'accertamento tecnico. E cosi' Borgese e'stato rinviato a giudizio per i reati di lesioni, rapina eviolenza sessuale, al termine di una brevissima camera diconsiglio. L'imputato, presente in aula, non ha detto unaparola e a fine udienza e' stato portato via dagli agenti dellapolizia penitenziaria. Lo scorso maggio, davanti al tribunaledel riesame, si era detto pentito ed aveva ammesso i fatti alui addebitati. (AGI)