Strozzina 85enne esattrice, "Ti infilo un coltello in pancia"

(AGI) - Caserta - "Ti infilo un coltello nella pancia.   Ti do una botta in testa con un bastone". Cosi' la donna  

(AGI) - Caserta, 13 ott. - "Ti infilo un coltello nella pancia.Ti do una botta in testa con un bastone". Cosi' la donna di 85anni, Michela Eliseo, intercettata dai carabinieri, sirivolgeva alle vittime di usura quando non erano in grado dipagare. Un'intera famiglia, madre con i due figli Ferdinando eGiuseppe D'Angelo e la nuora Maddalena Razzano, dedita aprestiti usurai che arrivavano anche al 106 per cento doveognuno degli indagati aveva un ruolo specifico. Era la donna di 85 anni che si recava settimanalmente acasa delle vittime per riscuotere le somme. Nel momento in cuisi presentava un problema, poi intervenivano i figli conulteriori minacce ed erano coloro che detenevano materialmenteun libro mastro dove erano segnate le vittime e le sommeprestate e da riscuotere. I prestiti andavano dai mille ai 5mila euro con interessiche potevano arrivare anche a 15mila euro. Per coloro che eranoin regola con i pagamenti la famiglia effettuava un piccolosconto sugli interessi, mentre ad ogni ritardo settimanale siaggiungeva una "mora" di 20 euro. Secondo quanto emerso dalleindagini, la nuora era la procacciatrice dei 'clienti'. Grazieal suo lavoro di collaboratrice domestica, faceva una sorta dipubblicita' nelle famiglie in cui prestava servizio allaricerca di nuove vittime. Quattro le vittime di usuraaccertate.I tassi usurai praticati dalla famiglia andavano dal 30% al106%, in base alle somme corrisposte come prestito. Le indaginisono partite dopo la denuncia di una delle vittime eperquisizioni domiciliari hanno permesso di trovare i documenticontabili e anche l'elenco dei 'clienti' della famiglia diusurai e con accanto le somme da riscuotere. L'inchiesta dei militari dell'Arma, coordinata daltribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha ricostruito levicende di un prestito erogato nel 2011 dalla famiglia alletitolari di una ditta di Maddaloni del settore articolicasalinghi, una vicenda di minacce e tassi usurai durata finoal dicembre 2014. (AGI).