Siria: Renzi, posizione Italia nel solco dell'Onu

(AGI) - Roma, 30 set. - "Riteniamo sia molto positivo che ilpresidente Russo e quello degli Stati Uniti d'America sianotornati a parlarsi, ma non ci nascondiamo le preoccupazioni percosa sta accadendo in queste ore". Lo ha detto Matteo Renziparlando della crisi in Libia e Siria durante il question timealla Camera. "La nostra posizione rimane nel solco delle nazioni unite.Non si crei ancora una volta un modello per cui, dopo quattroanni di guerra, l'assenza di governo porta all'esplosione dipezzi interi di medioriente", ha aggiunto Renzi. "Mi ha moltocolpito, in occasione degli incontri

(AGI) - Roma, 30 set. - "Riteniamo sia molto positivo che ilpresidente Russo e quello degli Stati Uniti d'America sianotornati a parlarsi, ma non ci nascondiamo le preoccupazioni percosa sta accadendo in queste ore". Lo ha detto Matteo Renziparlando della crisi in Libia e Siria durante il question timealla Camera. "La nostra posizione rimane nel solco delle nazioni unite.Non si crei ancora una volta un modello per cui, dopo quattroanni di guerra, l'assenza di governo porta all'esplosione dipezzi interi di medioriente", ha aggiunto Renzi. "Mi ha moltocolpito, in occasione degli incontri a margine dell'assembleagenerale delle Nazioni unite, notare come dai colloqui con igiornalisti le domande sull'Italia non erano piu' quelle delloscorso anno. Quest'anno ci hanno chiesto la nostra posizionesul Mediterraneo, sulla Libia e sulla Siria. La fase di crisie' alle spalle, mentre consolidiamo la ripresa occorre chiarireil nostro ruolo. E il nostro ruolo e' rimettere al centro ilMeditterraneo, il nostro punto di riferimento rimane laposizione dell'inviato Staffen De Mistura", ha concluso Renzi.(AGI) .l