Come si è divisa l'Italia di Twitter sull'arresto di Carola Rackete

#CarolaRackete e #SeaWatch rimangono gli argomenti più discussi sul social. Dividendo l'opinione degli utenti in maniera piuttosto netta 

sea watch carola twitter

#CarolaRackete e #SeaWatch rimangono anche questa settimana gli argomenti più discussi su Twitter. L’arresto e il successivo rilascio della Capitana della SeaWatch hanno contribuito a generare un totale di 70mila tweet, oltre 384mila retweet e un tasso di engagement pari al 3% (molto alto, a fronte di una media Twitter di circa l’1,25%). Fra gli hashtags più utilizzati, oltre ai prevedibili #CarolaRackete e #SeaWatch spiccano #CarolaRacketelibera e #FreeCarola. Dall’analisi svolta da KpI6 per Agi delle emozioni disapprovazione, rabbia e tristezza sono le emozioni prevalenti sul totale (72,5%), e anche la sentiment corrispondente è particolarmente negativa (81%).

 

 

Nomine UE, è la settimana del PD

Le nomine UE hanno ottenuto grossi volumi di conversazioni con oltre 21mila contenuti pubblicati, 60mila condivisioni e un alto tasso di engagement (1,6%) sopra la media Twitter. Sassoli e Calenda i più ritwittati (sommati raggiungono il 27%). David Sassoli del Partito Democratico è il neoeletto presidente del Parlamento europeo, producendo un grande ritorno di visibilità su Twitter per lui e il suo partito con #DavidSassoli e @davidsassoli oltre a @nzingaretti e @pdnetwork i più citati.

 

 

Salvini non ci sta: “Siamo su scherzi a parte”

Sassoli fa il pieno: dei 21mila contenuti pubblicati, ben 14mila riguardano lo riguardano, con un engagement persino superiore a quello registrato sulle nomine di tutti i rappresentanti della commissione. Matteo Salvini non l’ha presa bene e il suo è tra i tweet più condivisi: Il nuovo presidente del Parlamento europeo, eurodeputato del PD ed ex giornalista RAI: “Il Parlamento sarà sempre più aperto alle ONG”. Siamo su scherzi a parte…  

 

 

Stop all’infrazione, non alle polemiche

L’Italia riesce a rientrare nei parametri definiti dal patto di stabilità evitando così la procedura di infrazione per eccessivo debito. La notizia ha generato un picco di oltre 2.700 conversazioni e oltre 9mila retweet e sentiment particolarmente negativa (82%): sostenitori e detrattori del Governo hanno pubblicato contenuti fortemente polemici e ostili. La Emotion Analysis infatti evidenzia oltre il 75% dei tweet contenenti emozioni negative.

 

 

Disoccupazione in calo. Di chi è il merito?

L’ISTAT ha comunicato i dati sulla disoccupazione con un tasso inferiore al 10%. Su Twitter si è aperto il dibattito sulle cifre e le interpretazioni dei numeri (e l’assegnazione dei meriti). Le discussioni generate hanno visto coinvolto sia il Governo attuale, con Luigi di Maio e Salvini tra i politici più menzionati, ma soprattutto i precedenti governi parlando anche degli effetti di provvedimenti come il Jobs Act. Infatti Matteo Renzi è il politico più menzionato con 120 mention.

 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it