Scuola: Cdm approva riforma; tornano musica e storia arte

(AGI) - Roma, 12 mar. - Il Consiglio dei ministri ha varato unddl di riforma sulla scuola e nella riunione si e' registrato"un buon clima". Lo ha annunciato il premier Matteo Renzi."Questa e' la riforma principale per il nostro Paese ne siamosempre piu' convinti ed orgogliosi" ha poi spiegato ilpresidente del consiglio in conferenza stampa. Con la riformadella scuola, gli istituti, in base alla loro autonomia,saranno "non una realta' a se stante e burocratica, ma unelemento di dinamismo per la vita comunitaria. Deve essere ilcuore e il motore di un territorio",

(AGI) - Roma, 12 mar. - Il Consiglio dei ministri ha varato unddl di riforma sulla scuola e nella riunione si e' registrato"un buon clima". Lo ha annunciato il premier Matteo Renzi."Questa e' la riforma principale per il nostro Paese ne siamosempre piu' convinti ed orgogliosi" ha poi spiegato ilpresidente del consiglio in conferenza stampa. Con la riformadella scuola, gli istituti, in base alla loro autonomia,saranno "non una realta' a se stante e burocratica, ma unelemento di dinamismo per la vita comunitaria. Deve essere ilcuore e il motore di un territorio", ha detto Renzi. "Grazieall'organico funzionale non ci saranno mai piu' classi pollaio- ha aggiunto -. Ogni scuola fara' un piano in base alfabbisogno e dira' di quante persone avra' bisogno. Alcune diqueste persone saranno a disposizione del preside: potrannofare ore in cattedre o dedicarsi a progetti. E' un meccanismoin cui la squadra dei professori che gestisce la scuola vaoltre il numero delle cattedre e il preside, come unallenatore, avra' la possibilita' di individuare chi mettere incattedra ad inizio anno - ha concluso Renzi -. All'internodell'organico funzionale si supera l'emergenza dellasupplenza". Una delle novita' della riforma e' che laformazione dei singoli docenti sara' fatta nella singolascuola. Il preside e collegio dei docenti fara' un piano diformazione permanente dei singoli docenti. "Ci saranno 500 euroannui che potranno essere spesi da ogni insegnante perattivita' culturali, una spesa culturale, di approfondimento eaggiornamento personale", ha spiegato Renzi. Una delle novita'piu' concrete viene annunciate su twitter dal ministro dei beniculturali e del Turismo, Dario Franceschini al termine delConsiglio dei ministri: "Approvato in Consiglio Ministri il ddl'La buona scuola'. Un impegno mantenuto e uno sfregio sanato:tornano la storia dell'arte e la musica". .