Come muoversi nel giorno dello sciopero dei trasporti

Per la Festa della Donna sindacati mobilitati in manifestazioni di protesta. Disagi per chi viaggia in treno e in aereo e per i pendolari. Ma anche nelle scuole e nella sanità

Come muoversi nel giorno dello sciopero dei trasporti

Lo sciopero generale, che coincide con la festa della donna, blocca molti settori sia nel pubblico che nel privato. Coinvolti soprattutto i trasporti (locale, ferroviario e aereo) con grossi disagi per chi deve viaggiare.

Il blocco dell'attività lavorativa è stato promosso in tutto il mondo dal 'Movimento internazionale delle donne' per sollevare l'attenzione contro la violenza sulle donne. Ad incrociare le braccia saranno soprattutto i lavoratori dell'Usb. Ad ogni modo, dalla protesta saranno interessati anche i comparti sanità e scuola.

Fermi gli uomini radar dell'Enav, gli assistenti di volo Alitalia, e gli addetti ai treni. Trenitalia assicura la regolarità delle Frecce e dei treni regionali nelle fasce orarie più frequentate. Si fermeranno anche autobus, metro e taxi, con modalità diverse a seconda delle città e sempre rispettando le fasce di garanzia.

Repubblica ha fatto una sintesi dei disagi previsti

  • AEREI: i lavoratori dell'Enav si asterranno sul territorio nazionale dalle 13 alle 17 mentre è previsto anche uno sciopero locale a Fiumicino dalle 10 alle 18. A seguito dello sciopero degli uomini radar, Alitalia fa sapere che conseguentemente "si è vista costretta a cancellare alcuni voli, sia nazionali che internazionali, previsti per la giornata dell'8 marzo". Alitalia ha attivato un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri, riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: il 75% riuscirà a partire nella stessa giornata dell'8 marzo.
  • TRASPORTO LOCALE:
    • Roma, il sindacato Usb ha indetto uno sciopero di 21 ore da mezzanotte alle 9 di sera per i lavoratori di autobus, metro e tram gestite da Atac: chiuse tutte e tre le linee della metro. Disagi sulle ferrovie Roma-Civitacastellana-Viterbo, chiusa la Roma-Lido, problemi alle linee periferiche gestite dalla società Roma Tpl. Sono comunque previste delle fasce di garanzia fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20.
    • Milano protesta Atm dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18 a fine servizio.
    • Torino, protesta GTT di 24 ore, con fasce di garanzia per le metro e il servizio urbano dalle 6:00 alle 9:00 e dalle 12:00 alle 15:00, per le autolinee extraurbane fino alle 8:00 e dalle 14:30 alle 17:30.
    • Napoli protesta di 24 ore, per le linee bus due fasce di garanzia, tra le ore 5:30 e le ore 8:30 e tra le 17 e le 20.
    • A Bologna e Ferrara i disagi alla circolazione si potranno avere dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio. La Tper avverte che potranno "essere chiusi o subire una riduzione dei servizi nel corso dell'intera giornata" biglietterie e sportelli".
  • TRENI: Trenitalia ha comunicato che problemi e cancellazioni e possibili disagi su tutte le linee, ad eccezione delle Frecce, che circoleranno regolarmente. Per gli altri treni nazionali le ripercussioni dovrebbero essere limitate. Assicurati i collegamenti fra Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino. Garantiti i treni regionali nelle fasce 6-9 e 18-21. Disagi limitati sulla rete di Italo.


Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it