Sarah Scazzi, decisa ispezione per ritardo sentenza

Roma - Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha incaricato gli ispettori di via Arenula di compiere accertamenti preliminari sul ritardo nel deposito delle motivazioni della sentenza d'appello del processo sull'omicidio di Sarah Scazzi. Il verdetto di secondo grado, con cui venne confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina Misseri, zia e cugina della quindicenne uccisa ad Avetrana nel 2010, e' stato pronunciato dalla Corte d'assise d'appello di Taranto il 27 luglio dello scorso anno, ma le motivazioni non sono ancora state depositate. (AGI)