Cosa sappiamo dell'incidente al Luna Park di San Benedetto del Tronto

Una ragazza di 27 anni è morta cadendo dall'attrazione al luna park di San Benedetto del Tronto

Cosa sappiamo dell'incidente al Luna Park di San Benedetto del Tronto

Tragedia nel luna park di San Benedetto del Tronto, nelle Marche: una mamma di 27 anni, Francesca Galazzo, è precipitata da un'altezza di 20 metri ed è morta. E' accaduto intorno alle 23 di venerdì sera: la giovane sambenedettese era salita sull'attrazione, una capsula gravitazionale denominata 'Fionda', o anche 'Sling Shot', in compagnia della madre e di un'amica. Era stata legata a un dispositivo di sicurezza dal personale della giostra. La giostra in questione dura circa un minuto durante il quale la capsula viene lanciata verso l'alto a tutta velocità da una sorta di fionda costituita dalle corde elastiche agganciate in cima a due pali laterali.

Ecco come funziona la Palla (le immagini di questo video sono prese da un altro luna park, ma l'attrazione è la stessa ed è molto diffusa nei parchi divertimento).

Leggi la ricostruzione sul Tirreno

Secondo alcune testimonianze, a un certo punto si sarebbe slacciata la cintura, forse per un attacco di panico, ed è caduta giù, ma la dinamica esatta è ancora da accertare. Immediato l'intervento del personale del 118 ma ogni tentativo di rianimazione è stato vano. La ragazza lascia un figlio di due anni e mezzo.  Il sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti, ha parlato di "tragedia immane" che ha colpito tutta la comunità. La giostra è stata posta sotto sequestro dalla Procura di Ascoli Piceno e sul posto sono arrivati gli uomini della Scientifica, il medico legale e il magistrato che indaga sull'incidente. La madre oggi, come hanno riportato diversi quotidiani nazionali, ha negato fortemente l'ipotesi che sua figlia si sia slacciata da sola la cintura di sicurezza. 

Cosa sappiamo dell'incidente al Luna Park di San Benedetto del Tronto