Salvato braccio a ferroviere aggredito, arrestati due "latinos"

(AGI) - Milano, 12 giu. - Sono stati arrestati dalla PoliziadiStato con l'accusa di tentato omicidio due appartenenti a unabanda di 'latinos', la 'Ms13', per l'aggressione a dueferrovieri a Milano. Sono quelli fermati ieri sera, entrambisporchi di sangue, poco dopo l'agguato a colpi di machetecontro Carlo Di Napoli, 32 anni, capotreno di Ferrovie Nord cheha rischiato l'amputazione di un braccio, e un suo collega di31 anni, che ha subito un grave trauma cranico. La svolta dopoun lungo interrogatorio condotto negli uffici della SquadraMobile dal procuratore Aggiunto Alberto Nobili e dal Sostituto

(AGI) - Milano, 12 giu. - Sono stati arrestati dalla PoliziadiStato con l'accusa di tentato omicidio due appartenenti a unabanda di 'latinos', la 'Ms13', per l'aggressione a dueferrovieri a Milano. Sono quelli fermati ieri sera, entrambisporchi di sangue, poco dopo l'agguato a colpi di machetecontro Carlo Di Napoli, 32 anni, capotreno di Ferrovie Nord cheha rischiato l'amputazione di un braccio, e un suo collega di31 anni, che ha subito un grave trauma cranico. La svolta dopoun lungo interrogatorio condotto negli uffici della SquadraMobile dal procuratore Aggiunto Alberto Nobili e dal SostitutoProcuratore Lucia Minutella. Sono in corso le indagini da partedella Squadra Mobile per rintracciare altri componenti delgruppo che ha partecipato all'aggressione. Gli arrestati sonostati Jackson Jahir Lopez Trivino, 20 anni, ecuadorianoirregolare sul territorio e Jose' Emilio Rosa Martinez,Salvadoregno 19enne. Quest'ultimo viene ritenuto colui che hautilizzato il machete nell'aggressione. Lopez Trivino e' gia'noto ai poliziotti della Squadra Mobile in quanto coinvolto conl'appellativo di "Peligro" nell'operazione Mareros del 2013 cheporto' all'arresto di 25 soggetti di cui 7 minorenni, per lamaggior parte salvadoregni, affiliati all'associazionecriminale "MS13". Le bande di 'latinos' sono balzate per laprima volta prepotentemente alle cronache milanesi nel 2014 peruna serie di omicidi, aggressioni, accoltellamenti e rissespesso originate da scontri per lo spaccio di droga. Ferree ledivisioni e le gerarchie con un'organizzazione quasi militareche comprende persino tesorieri ed armieri. Previsti veri epropri riti d'iniziazione: pestaggi per gli uomini (bisognareggere almeno 13 secondi), violenza sessuale per le donne. Lagang "Ms13" o "Mara Salvatrucha" e' una pandilla originaria diEl Salvador che si e' diffusa a Milano, in altre provincelombarde e nella provincia di Novara. Le indagini della SquadraMobile di Milano che nel 2013 avevano condotto ai 25 arresti,avevano dimostrato che la gang intrattiene rapporti costanticon la 'casa madre' salvadoregna, pur mantenendo una certaautonomia. Anche i Mara Salvatrucha hanno un 'codice' compostoda un decalogo di regole, la cui infrazione puo' ancheprevedere la pena di morte. Attivi nelle rapine da strada, neifurti e nello spaccio, gli Ms13 sono anche dotati di unviolentissimo codice di iniziazione. I membri della gang siidentificano attraverso un tatuaggio rituale e sono soliticontrassegnare i luoghi dove si riunivano scrivendo sui muri lasigla della banda con la vernice spray. Stazionarie lecondizioni del capotreno che ha subito una subamputazione delbraccio che e' stato riattaccato: La prognosi verra' scioltanei prossimi giorni. "E' urgente condividere con i soggettiinteressati un rafforzamento del sistema di controllo e diprevenzione che consenta ai cittadini e agli operatori diviaggiare in tranquillita' e sicurezza, nel rispetto delleregole". Ha affermato il Ministro delle Infrastrutture e deiTrasporti, Graziano Delrio. "Voglio qualcosa che impediscaquesti episodi: se necessario sparare si spari". Gli ha fattoeco invece il governatore della Lombardia, Roberto Maroni.(AGI).