Sabaf: utile 2014 da 8, 3 milioni di euro (+2, 9%), confermata...

Il Consiglio di Amministrazione di Sabaf S.p.A., riunitosi oggia Ospitaletto (BS), ha approvato i risultati consolidatidell'anno 2014 e il progetto di bilancio della capogruppo,nonche' la Relazione sul governo societario e gli assettiproprietari richiesta dall'art. 123-bis TUF e la Relazionesulla remunerazione 2014 predisposta ai sensi dell'art 123-terTUF. Si tratta di dati gia' in parte anticipati afebbraio.Risultati consolidati di Gruppo Nel 2014 il GruppoSabaf ha conseguito risultati soddisfacenti: ad un apprezzabileaumento delle vendite, che hanno raggiunto i 136,3 milioni dieuro (+4,1% rispetto ai 131 milioni di euro del 2013), si e'accompagnato

Il Consiglio di Amministrazione di Sabaf S.p.A., riunitosi oggia Ospitaletto (BS), ha approvato i risultati consolidatidell'anno 2014 e il progetto di bilancio della capogruppo,nonche' la Relazione sul governo societario e gli assettiproprietari richiesta dall'art. 123-bis TUF e la Relazionesulla remunerazione 2014 predisposta ai sensi dell'art 123-terTUF. Si tratta di dati gia' in parte anticipati afebbraio.Risultati consolidati di Gruppo Nel 2014 il GruppoSabaf ha conseguito risultati soddisfacenti: ad un apprezzabileaumento delle vendite, che hanno raggiunto i 136,3 milioni dieuro (+4,1% rispetto ai 131 milioni di euro del 2013), si e'accompagnato un piu' che proporzionale miglioramento dellaredditivita', reso possibile dagli ulteriori incrementi diproduttivita', da una minore incidenza dei costi fissi e dalcontributo crescente delle attivita' in Turchia. L'incrementodelle vendite e' attribuibile principalmente alla crescita deirubinetti in lega leggera, la famiglia di prodotti maggiormenteinnovativa e su cui il Gruppo ha investito molto nell'ultimodecennio; nel 2014 il Gruppo ha ottenuto nuove importanticommesse e ha incrementato la propria quota di fornitura adalcuni dei principali clienti. Le vendite di rubinetti inottone, per converso, rivestono un peso sempre inferiore. Perquanto riguarda i bruciatori, si evidenza il buon incrementodelle vendite di bruciatori speciali, anche grazieall'introduzione di nuovi modelli, disponibili in diverseversioni per tutti i mercati. Le vendite di bruciatori standardhanno invece subito una moderata flessione. In ulterioreripresa, infine, sono state le vendite di cerniere. Nel 2014 ilmercato italiano non ha purtroppo ancora mostrato segnali diripresa e le vendite si sono attestate su un livello analogo al2013. Risultati migliori sono stati ottenuti in EuropaOccidentale, grazie all'avvio di nuove forniture, e soprattuttoin Europa Orientale, per il contributo fondamentale del mercatoturco. I mercati internazionali hanno avuto un andamentocontrastato: vendite in forte crescita sono state consuntivatein Africa e in Nord America, mentre il Sud America ha riportatorisultati deludenti. Per quanto riguarda l'Asia, la variazionecomplessiva dei ricavi e' stata negativa a causa dello scarsocontributo dell'area mediorientale, mentre le vendite in Cina ein India hanno evidenziato buoni tassi di crescita. I prezzimedi di vendita del 2014 sono stati inferiori di circa il 2%rispetto al 2013: l'eccesso di offerta che caratterizza ilmercato continua a determinare una forte pressione competitiva.Nel 2014 l'EBITDA e' stato pari a 26 milioni di euro ed harappresentato il 19% del fatturato (24,6 milioni di euro nel2013, pari al 18,8% delle vendite, +5,6%), l'EBIT ha raggiuntoi 13,2 milioni di euro, pari al 9,7% del fatturato (11,1milioni di euro nel 2013, pari all'8,5% delle vendite, +18,4%)e l'utile netto e' stato di 8,3 milioni di euro, pari al 6,1%del fatturato (8,1 milioni di euro nel 2013, 6,2% dellevendite, +2,9%). Nel 2014 il Gruppo Sabaf ha effettuatoinvestimenti netti per 11,5 milioni di euro. I principaliinvestimenti dell'esercizio sono stati finalizzatiall'industrializzazione di nuovi modelli di bruciatori specialie ai rubinetti in lega leggera, per i quali e' previsto unulteriore incremento delle vendite in futuro. E' stata altresi'aumentata la capacita' produttiva presso lo stabilimento inTurchia e sono stati inoltre effettuati investimenti per ilmiglioramento dei processi produttivi. Al 31 dicembre 2014l'indebitamento finanziario netto e' pari a 26,9 milioni dieuro e il patrimonio netto ammonta a 110,7 milioni di euro.Risultati della Capogruppo Sabaf S.p.A. Per quanto riguarda laCapogruppo Sabaf S.p.A. i ricavi di vendita sono stati pari a115,9 milioni di euro (contro i 112,4 milioni di euro del 2013,+3,1%), l'EBITDA e' stato di 18 milioni di euro, superiore del6,4% rispetto ai 16,9 milioni di euro del 2013, l'EBIT e' statopari a 9,7 milioni di euro, in aumento dell'80,4% rispetto ai5,4 milioni di euro dell'esercizio precedente e l'utile nettoha raggiunto i 7,9 milioni di euro, superiore del 111% rispettoai 3,7 milioni di euro del 2013. Evoluzione prevedibile dellagestione In questa prima parte dell'anno l'andamento dellevendite e degli ordini mostra decisi segni di recupero rispettoalla tendenza degli ultimi anni, che dovranno pero' trovareconferma nei prossimi mesi. Per l'intero esercizio, sulla basedelle trattative concluse con i principali clienti, il Grupporitiene di poter raggiungere un livello di vendite e diredditivita' in moderata crescita rispetto al 2014. Taliipotesi considerano uno scenario macroeconomico non influenzatoda eventi imprevedibili. Qualora la situazione economicasubisca invece significative variazioni i valori consuntivipotrebbero discostarsi dai dati previsionali. Convocazionedell'Assemblea e proposta di dividendo Il Consiglio diAmministrazione proporra' all'Assemblea degli azionisti ' convocata in unica data il giorno 5 maggio 2015 alle ore 10,30presso la sede sociale di Ospitaletto (BS)' la distribuzionedi un dividendo ordinario lordo di 0,40 euro per azione per leazioni che risulteranno in circolazione al 26 maggio 2015(record date), con l'esclusione, quindi, delle azioni propriein portafoglio a quella data. Lo stacco della cedola e'previsto per il 25 maggio e la data di pagamento e' fissata peril 27 maggio. L'assemblea sara' altresi' chiamata a deliberarela nomina del Consiglio di Amministrazione e del CollegioSindacale per il triennio 2015-2017. GD.