Risanamento, istanza patteggiamento per illeciti amministrativi

Con riferimento alla richiesta di rinvio a giudizio diRisanamento S.p.A. per gli illeciti amministrativi di cui agliartt. 5, 6, 25ter e 25sexies del D. Lgs. 231/2010 su fattiascritti a suoi cessati amministratori, la Societa',nell'udienza preliminare in data odierna, ha presentato istanzadi patteggiamento ex art.. 444 C.p.p. prevedendo il pagamentodi una sanzione pecuniaria di Euro 103.000, richiesta inrelazione alla quale la procura di Milano ha manifestato ilproprio consenso. Risanamento, senza che cio' costituiscaammissione di responsabilita' alcuna in capo alla stessa, haritenuto di presentare l'istanza di patteggiamento, poiche' ifatti contestati -

Con riferimento alla richiesta di rinvio a giudizio diRisanamento S.p.A. per gli illeciti amministrativi di cui agliartt. 5, 6, 25ter e 25sexies del D. Lgs. 231/2010 su fattiascritti a suoi cessati amministratori, la Societa',nell'udienza preliminare in data odierna, ha presentato istanzadi patteggiamento ex art.. 444 C.p.p. prevedendo il pagamentodi una sanzione pecuniaria di Euro 103.000, richiesta inrelazione alla quale la procura di Milano ha manifestato ilproprio consenso. Risanamento, senza che cio' costituiscaammissione di responsabilita' alcuna in capo alla stessa, haritenuto di presentare l'istanza di patteggiamento, poiche' ifatti contestati - commessi nel periodo compreso tra il 23febbraio 2009 ed il 19 marzo 2009 - sono relativi alla passatagestione, antecedente l'Accordo di Ristrutturazione dei debitiex art. 182 bis L.F. e quindi totalmente estranei all'attualegestione e all'attuale Consiglio di Amministrazione. .