Qualcuno ha rubato i regali di Natale dei bambini ricoverati a Sanremo

Un "gesto ignobile" che ha indignato i sanremesi. I cittadini hanno subito rimpiazzato i doni trafugati

Qualcuno ha rubato i regali di Natale dei bambini ricoverati a Sanremo

Forse nemmeno Crudelia De Mon sarebbe arrivata ad architettare un piano così perfido: rubare dall'ospedale "Borea" di Sanremo i regali di Natale destinati ai piccoli pazienti del reparto di Pediatria.

La notizia viene riportata dai siti dei quotidiani 'La Stampa' e 'Secolo XIX', secondo cui del bottino fanno parte anche una cucina componibile giocattolo donata da un'azienda di prodotti per la puericultura, smontata e portata via assieme ai pacchetti di altri e più piccoli doni lasciati in reparto da genitori dei ricoverati.

"Atto ignobile - ha commentato il direttore generale Marco Damonte Prioli - come lo sono tutti i furti, ancora di più in un luogo dove la gente soffre, con l'aggravante di aver colpito la serenità dei bambini". L'Asl sta eminando le immagini delle telecamere di sorveglianza dell'ospedale alla ricerca di eventuali indizi per risalire agli autori del furto. Si suppone infatti che, data la quantità di regali rubati, sia stata più di una persona.

Secondo i due giornali, quando la notizia del furto in Pediatria si è diffusa, i sanremesi si sono mobilitati per rimediare al Natale rovinato dei bambini ricoverati. La ditta che aveva regalato la cucina ne ha inviato un'altra e tanti cittadini hanno portato dei regali per l'area giochi del reparto di Pediatria. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it