Rapallo: due coltelli per massacrare moglie la prima di uccidersi con figlio

(AGI) - Genova - Ha usato due coltelli per massacrarela moglie, prima di prendere il figlioletto di appena un anno egettarsi  [...]

(AGI) - Genova, 11 dic. - Ha usato due coltelli per massacrarela moglie, prima di prendere il figlioletto di appena un anno egettarsi con lui el vuoto. Gli inquirenti che hannoriciostruito la dinamica della tragedia di Rapallo non hannodubbi e per questo hanno decido di "non effettuare alcunaautopsia sulle vittime della strage". "Le cause dei decessipurtroppo sono chiare e le colpe attribuibili con certezza" hadetto il procuratore di Genova, Michele Di Lecce che, insiemeal sostituto procuratore Marco Airoldi coordina le indagini sulgesto di Alessio Loddo, il 37enne che, nel corso di unaturbolenta separazione, ha trucidato la madre di suo figlio,Gisella Mazzoni, 37 anni, e si e' lanciato nel vuoto con ilfiglioletto Francesco. Loddo ha lasciato una lettera scritta a mano nella casa divia Lamarmora 25, al quinto piano, dove si e' consumata latragedia, e poi ha poi inviato due sms alla sorella annunciandoquello che aveva intenzione di fare. Secondo i rilievi medicolegali effettuati dal patologo Marco Salvi, Loddo ha primamassacrato di pugni la compagna, spaccandole l'arcata dentale.Poi, con due diversi coltelli da cucina, l'ha trucidata e hainfierito sul cadavere. Il bimbo si trovava nella stanzaaccanto, nel box. Dopo avere commesso il delitto Loddo ha messoi due coltelli nella lavastoviglie, ha bevuto del liquore e hainfilato nella lavapiatti anche il bicchiere. Poi ha scritto lalettera di addio, ha mandato gli sms alla sorella e circaquaranta minuti dopo aver ucciso la moglie ha preso in braccioil bambino e si e' lanciato con lui dalla finestra. A caricodell'uomo risulterebbe una sola recente denuncia, depositatagia' in fase di separazione, da un familiare di GisellaMazzoni. La donna si era comunque gia' allontanata da casa daqualche giorno ed era tornata dalla madre. (AGI).