Rai Way: in 2014 ricavi in lieve calo, utile netto in crescita a €33,6mln (€30,8mln nel 2013)

RAI WAY SPA: il consiglio di amministrazione approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014.

• Principali risultati economici pro-forma al 31 dicembre 2014 (vs 31 dicembre 2013):
- Ricavi a €207,4m (€208,4m al 31 dicembre 2013);
- EBITDA a €104,6m (€104,5m al 31 dicembre 2013);
- Utile operativo (EBIT) a €54,2m (€51,1m al 31 dicembre 2013);
- Utile netto a €33,6m (€30,8m al 31 dicembre 2013);
- Utile per azione (EPS) pari a €0,1234
• Investimenti pari a €21,0m
• Indebitamento finanziario netto a €65,5m rispetto al 31 dicembre 2013 quando era pari a €58,6m
• Convocata l'Assemblea Ordinaria degli Azionisti per il 28 aprile 2015
• Proposto un dividendo pari a 0,1234 €/azione, corrispondente ad un valore complessivo in linea con l'Utile netto pro-forma 2014

Roma, 12 marzo 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Rai Way S.p.A. (Rai Way), riunitosi oggi sotto la presidenza di Camillo Rossotto, ha esaminato e approvato il progetto del bilancio individuale per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014.

Evoluzione prevedibile della gestione
Il Digitale Terrestre si conferma la piattaforma di riferimento nel mercato broadcast italiano, con un crescente interesse verso le sperimentazioni di nuove tecniche trasmissive (DVB-T2), destinate principalmente alla diffusione terrestre di programmi televisivi in HD. Proseguono lo sviluppo del servizio di diffusione radiofonica in tecnologia digitale DAB+ e l'espansione del servizio LTE in termini di copertura della popolazione da parte degli operatori di telefonia mobile. Le principali linee di sviluppo si baseranno sull'offerta di servizi evolutivi a RAI, la cui valorizzazione non è inclusa nel corrispettivo dell'attuale contratto di servizio, e sul focus commerciale su clienti terzi, sia broadcaster TV e radio, sia operatori telefonici.
Per l'esercizio 2015 Rai Way prevede:
- un incremento dell'EBITDA di circa € 2 milioni rispetto al valore registrato al 31 dicembre 2014
- investimenti per circa € 40 milioni, inclusivi degli investimenti legati ai servizi evolutivi per RAI
- indebitamento finanziario netto di fine periodo a circa € 50 milioni

RAI WAY SPA: il consiglio di amministrazione approva il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014.

• Principali risultati economici pro-forma al 31 dicembre 2014 (vs 31 dicembre 2013):
- Ricavi a €207,4m (€208,4m al 31 dicembre 2013);
- EBITDA a €104,6m (€104,5m al 31 dicembre 2013);
- Utile operativo (EBIT) a €54,2m (€51,1m al 31 dicembre 2013);
- Utile netto a €33,6m (€30,8m al 31 dicembre 2013);
- Utile per azione (EPS) pari a €0,1234
• Investimenti pari a €21,0m
• Indebitamento finanziario netto a €65,5m rispetto al 31 dicembre 2013 quando era pari a €58,6m
• Convocata l'Assemblea Ordinaria degli Azionisti per il 28 aprile 2015
• Proposto un dividendo pari a 0,1234 €/azione, corrispondente ad un valore complessivo in linea con l'Utile netto pro-forma 2014

Roma, 12 marzo 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Rai Way S.p.A. (Rai Way), riunitosi oggi sotto la presidenza di Camillo Rossotto, ha esaminato e approvato il progetto del bilancio individuale per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014.

Evoluzione prevedibile della gestione
Il Digitale Terrestre si conferma la piattaforma di riferimento nel mercato broadcast italiano, con un crescente interesse verso le sperimentazioni di nuove tecniche trasmissive (DVB-T2), destinate principalmente alla diffusione terrestre di programmi televisivi in HD. Proseguono lo sviluppo del servizio di diffusione radiofonica in tecnologia digitale DAB+ e l'espansione del servizio LTE in termini di copertura della popolazione da parte degli operatori di telefonia mobile. Le principali linee di sviluppo si baseranno sull'offerta di servizi evolutivi a RAI, la cui valorizzazione non è inclusa nel corrispettivo dell'attuale contratto di servizio, e sul focus commerciale su clienti terzi, sia broadcaster TV e radio, sia operatori telefonici.
Per l'esercizio 2015 Rai Way prevede:
- un incremento dell'EBITDA di circa € 2 milioni rispetto al valore registrato al 31 dicembre 2014
- investimenti per circa € 40 milioni, inclusivi degli investimenti legati ai servizi evolutivi per RAI
- indebitamento finanziario netto di fine periodo a circa € 50 milioni