Rai: tribunale rigetta istanza Sposini, no a risarcimento milionario

(AGI) - Roma - Il Tribunale del lavoro di Roma harespinto l'istanza di Lamberto Sposini di ottenere unrisarcimento milionario dalla Rai  [...]

(AGI) - Roma, 27 feb. - Il Tribunale del lavoro di Roma harespinto l'istanza di Lamberto Sposini di ottenere unrisarcimento milionario dalla Rai e dai medici del servizisanitario aziendale per i gravi e permanenti danni riportati inseguito al malore accusato mentre era al lavoro nello studiodella trasmissione 'La Vita in Diretta'. Lo apprende l'AGI.Sposini aveva richiesto un risarcimento dell'ordine di diversimilioni di euro. La decisione del Tribunale e' di ieri e ancoranon sono note le motivazioni del mancato accoglimentodell'istanza. Il noto giornalista era stato colpito da malorenel primo pomeriggio del 29 aprile 2011, mentre era impegnato alavorare al talk. I medici interni della Rai l'avevanoassistito e quindi affidato al 118 che aveva provveduto altrasferimento al Policlinico Gemelli dove poi Sposini era statooperato d'urgenza alla testa. In seguito era scattato ilricorso del giornalista, tramite i propri legali, all'autorita'giudiziaria chiamando in causa la Rai e i medici dellastruttura sanitaria aziendale. La prima in quanto ritenutaresponsabile di non avere strutturato idoneamente il serviziosanitario interno, e i secondi per non aver correttamenteassistito il giornalista, provocandogli cosi' "gravi epermanenti danni alla salute". Il Tribunale del lavoro di Romaha pero' rigettato la domanda, assolvendo la Rai e i medici daogni responsabilita' di quanto accaduto. Questo pero' e' ilprimo grado di una vicenda giudiziaria che con ogniprobabilita' non si esaurira' qui. Prevedibile infatti ilricorso di Sposini in appello. (AGI)