Qualità vita: Criaco, "Calabria ultima? Dipende dai parametri"

Catanzaro - Vibo Valentia penultima; Reggio Calabria ultima. La classifica del 'Sole 24 Ore' inchioda due città calabresi in fondo alla graduatoria del benessere e della qualita' della vita. Un "verdetto" che lo scrittore Gioacchino Criaco, che qualche mese fa non ha avuto remore ad ingaggiare una polemica con il quotidiano economico sul livello delle universita' calabresi, reputa ingeneroso nei confronti della sua terra e respinge con decisione. L'autore di "Anime nere" vive in Lombardia, ma appena puo' torna nella sua Calabria. "Sono stato a Reggio - spiega all'Agi - nei giorni scorsi e mi sono svegliato in albergo con la Sicilia di fronte e la via Marina davanti; sono rientrato in Lombardia, terra che amo perche' mi ha dato tanto, e ho trovato la nebbia. Credo che una graduatoria sulla qualita' della vita dipenda dai parametri che si seguono. Certamente a Milano, per quanto riguarda ad esempio la mobilita', - sottolinea - sono disponibili piu' mezzi e servizi, ma a Reggio Calabria non devi stare due ore imbottigliato nel traffico". Dunque, secondo lo scrittore calabrese, "dipende da cosa si intende per qualita' della vita'. Se il parametro fosse la pulizia dell'aria, ad esempio, Reggio Calabria sarebbe prima in classifica. Anche per quanto riguarda la sicurezza - aggiunge - nel centro di Reggio, a mezzanotte mi sento piu' sicuro che a Milano. Se poi il parametro e' la possibilita' di lavorare, il Nord offre indubbiamente molto di piu'. Non penso proprio - ribadisce Criaco - che le citta' calabresi meritino quella posizione alla luce di tutti gli elementi. Di certo non se consideriamo la storia, la cultura, la tradizione. Ognuno - sottolinea - ovviamente, ha una sua idea di cosa sia la qualita' della vita. Per come la vedo io, Vibo Valentia non e' al penultimo posto, se penso che proprio nel Vibonese, a Tropea, si tiene un premio letterario con il meglio della cultura italiana". I problemi del Sud, certamente, ci sono e sono gravi. Criaco, che nei suoi libri ne ha denunciati piu' d'uno, non lo nasconde. "Certamente, - e' l'amara constatazione - e' un problema raggiungere Reggio Calabria se un biglietto aereo da Milano costa 500 euro. Sempre ammesso che sia possibile trovare posto". (AGI) 

(21 dicembre 2015)



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it