Professore ucciso e carbonizzato: si indaga su movente economico

Professore ucciso e carbonizzato: si indaga su movente economico

Massacrato con un'accetta e poi parzialmente bruciato nel tentativo di nascondere le tracce dell'aggressione mortale. È ancora un giallo l'omicidio di Cosimo Errico, 58 anni, di Bergamo, insegnante all'istituto Natta. Il cadavere è stato trovato all'alba di ieri dal figlio, nella fattoria didattica di Entratico che gestiva con alcuni collaboratori. Si era allarmato perché il padre non rispondeva alle telefonate e quando è arrivato alla 'Cascina dei fiori' ha trovato l'edificio al buio. I carabinieri non hanno trovato segni d'effrazione e la vittima aveva ancora orologio e portafogli. Gli inquirenti stanno valutando la pista di una lite per motivi economici nell'ambito del lavoro nero. 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it