Procura Milano: per il pg di Cassazione giusto trasferire Robledo

(AGI) - Roma, 9 giu. - Confermare il trasferimento cautelaredalla sede e dalle funzioni disposto dalla sezione disciplinaredel Csm nei confronti di Alfredo Robledo, ex procuratoreaggiunto di Milano, oggi giudice a Torino. E' quanto ha chiestoil sostituto pg di Cassazione Umberto Apice alle sezioni unitecivili della Suprema Corte, di fronte alle quali Robledo haimpugnato l'ordinanza emessa il 10 febbraio scorso dal Csm. "Lamisura cautelare va mantenuta - ha detto Apice - i fatti hannodestato allarme e compromesso l'immagine della magistratura". "Un quadro cautelare - ha aggiunto il pg - esiste epersiste,

(AGI) - Roma, 9 giu. - Confermare il trasferimento cautelaredalla sede e dalle funzioni disposto dalla sezione disciplinaredel Csm nei confronti di Alfredo Robledo, ex procuratoreaggiunto di Milano, oggi giudice a Torino. E' quanto ha chiestoil sostituto pg di Cassazione Umberto Apice alle sezioni unitecivili della Suprema Corte, di fronte alle quali Robledo haimpugnato l'ordinanza emessa il 10 febbraio scorso dal Csm. "Lamisura cautelare va mantenuta - ha detto Apice - i fatti hannodestato allarme e compromesso l'immagine della magistratura". "Un quadro cautelare - ha aggiunto il pg - esiste epersiste, anche se alcuni tra i fatti piu' gravi, cioe' i capidi incolpazione in cui si contesta al magistrato la rivelazionedi nomi che sarebbero divenuti indagati, non sono confortati daun sufficiente supporto probatorio. Restano pero' alcuni fattiche trovano invece riscontro positivo nelle intercettazioni cheriguardano il magistrato, si tratta di fatti che non possonoessere bollati come illazioni o ipotesi da verificare, perche'vi e' un riscontro innegabile". A carico di Robledo, hacontinuato Apice, vi sono poi "comportamenti censurabili, comeun'eccessiva disponibilita' informativa che ha dato luogocomunque alla rivelazione di fatti che dovevano restaresegreti". Al centro del procedimento disciplinare, i rapportitra Robledo e l'avvocato della Lega nord Domenico Aiello. "C'e'stato - ha sottolineato il pg Apice - un comportamento troppodisinvolto che ha sfiorato la parzialita' verso una parte delprocesso, un utente della giustizia. Non sara' un vero eproprio scambio di favori, ma ci siamo vicini". Robledo, difesodal professor Filippo Sgubbi, chiede invece alla Cassazionel'annullamento del trasferimento cautelare: Sgubbi, inparticolare, ha sottolineato in udienza "l'inutilizzabilita'delle intercettazioni che sono alla base di tutti i capi diincolpazione, perche' riguardano colloqui tra un difensore,l'avvocato Aiello, con i suoi assistiti, o con esponenti delParlamento italiano ed europeo, intercettazioni per cui non viera autorizzazione". La decisione delle sezioni unite civilisara' resa nota con il deposito della sentenza, che, in base alcodice di procedura, dovrebbe avvenire entro un mese. (AGI).